Villa confiscata
Villa confiscata
La città

La villa confiscata alla mala andrà alle realtà sociali

Immobile consegnato al Comune dall'Agenzia nazionale. Prima occorre ristrutturarlo per i tanti danni

"Un segnale chiaro, inequivocabile, forte, che testimonia come a Gravina, l'impegno per la legalità sia in cima alle priorità della comunità e degli amministratori". Sono queste le parole con cui il sindaco Valente ha commentato il passaggio di consegne tra il Comune di Gravina e l'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati, in merito ad una villa sottratta ad un affiliato alla criminalità organizzata.

Si tratta di un immobile situato nelle campagne gravinesi, in contrada Selva, composto da due fabbricati, e del terreno circostante.

La villa è stata assegnata al Comune dopo che l'amministrazione municipale ne aveva fatto esplicita richiesta ed è stata consegnata nei giorni scorsi. A siglare l'accordo, oltre al primo cittadino, c'erano l'amministratore giudiziario, Davide Liuni; il comandante della Polizia Municipale, maggiore Nicola Cicolecchia ed il dirigente dell'Area Amministrativa e Finanziaria del Comune, Vito Spano.

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di utilizzare la struttura per fini istituzionali e sociali.

La volontà del governo cittadino, infatti, è quella di poter mettere l'immobile a disposizione di associazioni o cooperative che operano nel sociale, non prima però di aver provveduto ad effettuare un intervento di riqualificazione e ristrutturazione dell'immobile, fortemente segnato dall'opera di vandali e atti di sciacallaggio.

Solo allora- assicura Valente- si avvierà "un confronto con associazioni come Libera, oltre che con cooperative ed enti impegnati in campo sociale, per definire insieme le possibili modalità di utilizzo".
  • Sequestro beni
Altri contenuti a tema
Terreno agricolo trasformato in una pericolosa discarica, sequestrato dal NOE Terreno agricolo trasformato in una pericolosa discarica, sequestrato dal NOE Denunciato il proprietario. Sulla vasta area è stata accumulata un'ingente quantità di rifiuti
1 Capi di abbigliamento illegali provenienti dalla cina Capi di abbigliamento illegali provenienti dalla cina Sequestro del Nucleo CITES Carabinieri di Bari
Sotto sequestro cinque silos abusivi a Poggiorsini Sotto sequestro cinque silos abusivi a Poggiorsini L'operazione condotta dal Corpo Forestale dello Stato
Confiscati beni per 1.500.000 euro ad un pregiudicato gravinese Confiscati beni per 1.500.000 euro ad un pregiudicato gravinese L’operazione condotta dai Comando provinciale dell’Arma
Antica masseria: arrivano i manager? Antica masseria: arrivano i manager? L'Agenzia nazionale prepara la white list
I Phone contraffatti: il traffico partiva da Gravina I Phone contraffatti: il traffico partiva da Gravina Denunciati 5 cinesi
Sequestrati beni per un valore di 23 milioni di euro Sequestrati beni per un valore di 23 milioni di euro Comunicato stampa dei Carabinieri
Sequestro preventivo in via Giardini Sequestro preventivo in via Giardini L’accusa: irregolarità edilizie
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.