barriere architettoniche
barriere architettoniche
La città

Barriere architettoniche, tracce di limiti ancora esistenti

Quegli ostacoli che rendono ancora poco fruibile la città per le persone con disabilità o difficoltà motorie

Limiti di vario genere rendono ancora poco agevoli gli spostamenti quotidiani per le persone diversamente abili. Basta guardarsi attorno per capire dove intervenire e trovare soluzioni che consentano alle persone con disabilità di vivere ogni punto della città.

Punti critici, zone con scivoli mancanti o difficili da usare che non favoriscono l'accesso, dislivelli lungo gli stessi marciapiedi, irregolarità stradali, buche o semplici imperfezioni, ma anche altre tipologie di ostacoli sembrano rendere difficoltoso l'uso dei marciapiedi o i passaggi lungo le carreggiate. In sintesi, le "barriere architettoniche", quasi ignorate nella fretta quotidiana, ma esistenti per le persone con difficoltà motorie, possono essere intese anche come limiti per la sensibilità e il senso civico comune.

In generale le barriere architettoniche sono tutti quegli elementi che rendono difficile o limitano del tutto gli spostamenti e la fruizione dei servizi, soprattutto da parte di persone con limitata capacità motoria. L'accesso a servizi è un altro degli effetti collaterali legati alle barriere. Ascoltando alcune persone interpellate e direttamente interessate alla questione, è emersa questa difficoltà nella mobilità quotidiana e nell'accedere ai servizi. Certi scivoli non agevolano l'accesso o sono mal realizzati, inoltre si possono incontrare altri ostacoli come gradini, sconnessioni, differenze o fratture nella pavimentazione che rendono più impegnativo il passaggio, in particolare per coloro che usano carrozzine o sostegni di tipo tradizionale, già messi in difficoltà anche dalle sconnessioni stradali, come coloro che dispongono di carrozzine motorizzate o veicoli similari. Persino la mancata raccolta delle deiezioni canine, su alcuni marciapiedi, può rappresentare un altro ostacolo da sommare a quelli citati.

Incontrando i volti di queste persone, ascoltando le loro parole, traspare un po' di rammarico. L'inclusione auspicata, il vivere civile, il progresso sociale, non possono essere slogan in attesa, notando una realtà ancora limitante. Abbattere questo tipo di barriere dovrebbe essere uno dei fattori peculiari di una società evoluta e democratica.
Una risposta può giungere dal PEBA o Piano di eliminazione delle barriere architettoniche. Come riportato sul sito di GravinaLife il 16 dicembre dello scorso anno, l'approvata adozione del piano in seduta comunale proietta verso una città più inclusiva e accessibile per ogni cittadino. Un'adozione che mira a rendere accessibile il territorio, gli spazi pubblici, gli edifici, i vari servizi. Un segnale da trasformare in qualcosa di concreto, a vantaggio dell'intera collettività.
11 fotobarriere architettoniche
barriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettonichebarriere architettoniche
  • Barriere architettoniche
Altri contenuti a tema
Turismo inclusivo, al via il progetto regionale C.Os.T.A. Turismo inclusivo, al via il progetto regionale C.Os.T.A. 1mln e 300mila euro per un turismo inclusivo
Peba, via libera del consiglio comunale Peba, via libera del consiglio comunale Approvato il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (Peba)
Sollecitare la stesura definitiva del Peba Sollecitare la stesura definitiva del Peba La richiesta all’assessore Ferrante è del consigliere Verna a margine della giornata della disabilità
Peba, Avviso pubblico per contributi dalla Regione Peba, Avviso pubblico per contributi dalla Regione Iniziativa è a valere sul “Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità”
Peba, Verna sollecita l’amministrazione Peba, Verna sollecita l’amministrazione Verna: “Imbarazzante la mancata approvazione del Piano”
Peba, ulteriore contributo ai Comuni Peba, ulteriore contributo ai Comuni La regione mette a disposizione fondi per la redazione dei Piani per l’Eliminazione delle barriere architettoniche
Nuovo bagno per disabili a Palazzo di Città Nuovo bagno per disabili a Palazzo di Città Intervento per garantire la completa fruizione del Comune a tutti
Peba: oggi un incontro al Palazzo di città Peba: oggi un incontro al Palazzo di città Per un confronto sul piano per eliminare barriere architettoniche
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.