comune
comune
La città

Stasi torna al suo posto e si riprende la pratica Unesco

Al dirigente il compito di curare la candidatura gravinese insieme ad uno staff tecnico

Un altro passo avanti sulla lunga strada che porta alla candidatura di Gravina a patrimonio Unesco. Con proprio decreto, il sindaco Alesio Valente ha designato l'ingegner Michele Stasi quale «dirigente tecnico responsabile del progetto di candidatura per l'inserimento dell'habitat rupestre del territorio di Gravina in Puglia nella lista dei siti patrimonio mondiale dell'umanità».

La nomina arriva dopo il percorso tracciato d'intesa col Ministero dei beni culturali, in sintonia con il Comune di Matera, e la decisione di perseguire la candidatura dell'habitat rupestre gravinese quale estensione del già esistente sito Unesco di Matera. «Già al momento della presentazione delle linee programmatiche dell'amministrazione comunale – ricorda il sindaco Valente – veniva fissato un punto di partenza essenziale: favorire una strategia unitaria di promozione del territorio, attraverso un progetto condiviso, in particolare con Matera, per puntare alla valorizzazione del sistema naturalistico-archeologico. La prospettiva di una candidatura unica in chiave Unesco, alla quale abbiamo lavorato negli ultimi anni con convinzione e determinazione, si inserisce in questo orizzonte». Per centrare l'obiettivo, prosegue il primo cittadino, «è indispensabile dare seguito a determinati impegni che sin dal nostro insediamento del resto, abbiamo chiaramente posto come priorità in parte già trasformate in concretezza: tra le altre, il recupero e la tutela del parco archeologico di Botromagno, la realizzazione di nuovi percorsi naturalistici, la progettazione di un Museo dell'acqua e della pietra, il consolidamento strutturale del ponte acquedotto, la rivitalizzazione del centro storico».

Per portare a compimento i progetti già avviati in proposito, e coordinarli con quelli necessari ai fini della candidatura Unesco, arriva adesso la formalizzazione (già programmata al momento dell'assunzione) dell'incarico a Stasi, contestualmente chiamato a ricoprire il ruolo di responsabile unico del procedimento del piano strategico della Città Murgiana. Un compito da portare avanti con l'aiuto di un'equipe tecnica che già nei prossimi giorni inizierà a muovere i primi passi, collaborando direttamente con gli uffici municipali materani per portare a compimento la fase burocratica legata al perfezionamento della procedura di candidatura e che a breve sarà suggellata dalla stipula di un protocollo d'intesa tra i Comuni di Gravina e Matera.
  • Unesco
  • Michele Stasi
Altri contenuti a tema
Le “vie della transumanza” proposte tra i beni dell’Unesco Le “vie della transumanza” proposte tra i beni dell’Unesco Un progetto al quale aderisce anche Gravina, snodo importante del regio tratturo Melfi-Castellaneta
I muretti a secco dichiarati patrimonio dell'umanità I muretti a secco dichiarati patrimonio dell'umanità Decisione dell'Unesco che premia l'Italia ed altri sette Paesi europei
La Murgia lancia la sfida per l’Unesco La Murgia lancia la sfida per l’Unesco Incontro al Parco dell’Alta Murgia per creare una rete tra gli enti interessati
Michele Stasi resta alla guida dell’ufficio tecnico Michele Stasi resta alla guida dell’ufficio tecnico Unico candidato alla selezione indetta dal Comune
1 Stasi concluso l’incarico  a Gravina torna a Trani Stasi concluso l’incarico a Gravina torna a Trani A palazzo di città parte l’avviso pubblico per il sostituto
L'Unesco concede il patrocinio al Centro Studi "Nundinae" per il XV Raduno dei Cortei Storici Medievali L'Unesco concede il patrocinio al Centro Studi "Nundinae" per il XV Raduno dei Cortei Storici Medievali Soddisfazione ed orgoglio nelle parole del consigliere dell'associazione di rievocazione storica Mauro Giuseppe Rubini
I cinque stelle denunciano l'abusivismo edilizio I cinque stelle denunciano l'abusivismo edilizio Urgono maggiori controlli se si aspira ad ottenere il riconoscimento Unesco
Gravina nell’Unesco? Si può fare Gravina nell’Unesco? Si può fare In una riunione al Mibac Matera conferma: «Avanti insieme»
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.