soldi03
soldi03
La città

Il 16 ottobre scade la Tasi

Botta e risposta tra i 5 Stelle e l'assessore Lagreca

E' fissata al 16 ottobre la prima scadenza per la Tasi, la nuova tassa istituita dal Governo nazionale per garantire i servizi indivisibili ai cittadini. Una tassa che tanto sta facendo discutere a livello nazionale e locale. A scatenare la polemica in patria questa volta sono stati gli attivisti del Movimento 5 stelle che hanno indirizzato una serie di interrogativi al sindaco e all'assessore al bilancio per capire "perché bisogna pagare una tassa senza ricevere adeguati servizi?".

"Nei Comuni virtuosi – incalzano i 5 Stelle - si è puntato all'efficientemento della macchina burocratica, al taglio della spesa per tutti i servizi superflui, al taglio dello stipendio degli assessori e del sindaco, alla legalità diffusa e alla gestione oculata delle casse comunali. In tal modo questi Comuni hanno potuto risparmiare fondi, mettendoli a disposizione dei cittadini. Insomma, qualcosa si può fare evidentemente, ma per fare ciò è necessario avere amministratori attenti ai bisogni della gente, capaci di sedersi intorno ad un tavolo per cercare di tagliare il superfluo e di ottimizzare la spesa corrente. Perché a Gravina non abbiamo questa fortuna? Semplice, state sempre a litigare e siete fortemente dediti a personalismi e clientelismi" conclude la nota.
A rispondere ai Grillini, sebbene non in maniera diretta, è stato lo stesso assessore al bilancio Nicola Lagreca: "Nell'ultimo triennio – sottolinea Lagreca – il nostro Comune ha ricevuto circa 5 milioni di euro in meno di trasferimenti statali. Eppure, abbiamo fatto il massimo perché il bilancio di previsione non pesasse ancor più sui cittadini, specie su quelli costretti a vivere in condizione di disagio economico e sociale, perseguendo tale volontà anche nel definire aliquote e modalità applicative di quei tributi, come la Tasi, di recente introdotti dal Parlamento e la cui riscossione è stata affidata ai Comuni, loro malgrado trasformati in esattori" ribadisce l'assessore ricordando le esenzioni e agevolazioni previste dal governo cittadino che "puntano a tutelare la prima casa ed a sostenere le famiglie".

Come si ricorderà l'aliquota Tasi stabilita dal Municipio è stata fissata allo 0,2% (scende allo 0,1% sui fabbricati rurali ad uso strumentale), con distribuzione del carico per l'80% sul proprietario e per il restante 20% sull'effettivo possessore. Per le abitazioni principali e loro relative pertinenze è prevista una franchigia di 450 euro, che sale a 600 euro qualora il nucleo familiare sia composto da persone affette da disabilità con invalidità del 100%.
In definitiva, incalza l'assessore: "Da una simulazione effettuata dai nostri tecnici attraverso l'esame delle delibere istitutive del tributo è emerso che, in raffronto a diversi centri del comprensorio, il nostro sarà quello dove si pagherà di meno".

Calcolatrici alla mano, dunque, per preparare i bollettini anche se da Palazzo di città ribadiscono la disponibilità degli uffici tributi ad aiutare i cittadini nel calcolo tasi e tari (ex tares) visto che il 16 ottobre è prevista anche la scadenza della seconda rata tari.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Nicola Lagreca
  • Movimento 5 stelle
  • Imposta Tasi
Altri contenuti a tema
Elezioni comunali, prime manovre Elezioni comunali, prime manovre M5S, Si, Art. 1 e Progresso- Innovazione scrivono alla città
3 L'inferno di fuoco nel bosco diventa polemica politica L'inferno di fuoco nel bosco diventa polemica politica Movimento 5 stelle: "Inadeguata risposta per la prevenzione"
"Politiche per anziani, flop dell’amministrazione" "Politiche per anziani, flop dell’amministrazione" L’accusa della consigliera M5s Ketti Lorusso
Servizi antincendio, impiegare i beneficiari del reddito di cittadinanza Servizi antincendio, impiegare i beneficiari del reddito di cittadinanza La proposta degli attivisti cittadini del Movimento Cinque Stelle
Concorsi comunali: M5s non ci vede chiaro Concorsi comunali: M5s non ci vede chiaro Nomi noti e persone già a servizio del sindaco tra coloro che hanno superato le prove preselettive
Rigenera Italia: 260mila euro a Gravina Rigenera Italia: 260mila euro a Gravina M5S. “Un’occasione straordinaria per incidere sul territorio e migliorare la qualità di vita”
2 Deposito nucleare, delibera del consiglio trasmessa in ritardo alla Regione Deposito nucleare, delibera del consiglio trasmessa in ritardo alla Regione Aspra polemica per la vicenda
Italia Viva, Lagreca nominato coordinatore provinciale Italia Viva, Lagreca nominato coordinatore provinciale L’ex assessore gravinese affiancherà Anna Maria Gentile alla guida del partito in terra di Bari
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.