Monsignor Giovanni Ricchiuti
Monsignor Giovanni Ricchiuti
Religioni

Dal Vescovo Ricchiuti, un appello alla partecipazione responsabile alle prossime votazioni

La Chiesa invita ad essere protagonisti del futuro che ci aspetta

I sentimenti di delusione, confusione e incertezza, indifferenza e smarrimento, persino rabbia e disgusto, sembrano prevalere in questi giorni pre-elettorali, spegnendo la speranza di futuro e alimentando il partito del non voto.

Non è nostro intento analizzare qui le cause, le responsabilità tradite e le contingenze storiche che hanno alimentato questi sentimenti, ma tenendo presenti tutti questi elementi, a mente lucida, ribadiamo che il futuro non si costruisce da solo, ha bisogno di mani, di menti e di cuori che hanno il coraggio della partecipazione…

Contro la tentazione dell'astensionismo noi ricordiamo che cedere la responsabilità è cedere la libertà. Anche se abbiamo assistito a una campagna elettorale gridata ma, a nostro parere, vuota di contenuti seri (scomparsi i temi della pace, delle politiche internazionali, dell'agricoltura, delle politiche sociali, della legalità, della questione demografica…) e piena di promesse demagogico-elettorali, noi continuiamo a credere nella democrazia come valore da coltivare, formare e promuovere.

L'ASTENSIONISMO È INSOSTENIBILE, perché le assenze sono sempre riempite da chi le assenze le confeziona e le costruisce ad arte, e si pagano caramente (vedi le seduzioni del leader forte o della delega in bianco).

Non vogliamo offrirvi indicazioni per il voto perché come cristiani "non a destra, non a sinistra, non al centro, ma in alto" (editoriale di Adesso, I/3) noi vogliamo stare, lì dove per alto noi indichiamo la persona umana, ogni persona umana, con la sua dignità e con il suo valore, unico criterio valutativo della bontà delle scelte politiche da attuare.

Don Primo Mazzolari ricordava: "Non dico che siano sbagliate le strade che partono da destra, sinistra e centro: dico solo che non conducono, perché sono state cancellate come strade e scambiate come punti di arrivo e di possesso" (Ivi, I/3), per questo bisogna tornare a considerare la persona umana e la sue relazioni con gli altri e con il mondo come il criterio alto per conservare la vita proiettandola verso il futuro.

Alla domanda di concretezza e urgenza si risponde solo con la partecipazione responsabile, ora nel voto e dopo nell'accompagnamento, controllo, e verifica di chi sarà eletto.
Non serve giudicare il presente solo con i "mal di pancia" immediati, serve invece la fatica del rileggere la storia vissuta, non perdendo la memoria, e serve guardare avanti, pensando a visioni progettuali concrete, sostenibili, integrate e condivise.

E' finito il tempo di fare da spettatori sotto il pretesto che sia sufficiente essere onesti cittadini; troppi hanno "le mani pulite, perché in tasca" (don Milani, A che serve avere le mani pulite se poi si tengono in tasca), perché non hanno ancora dato niente alla nostra casa comune.

Buona Giornata di Elezioni a tutti!
  • Elezioni
  • Monsignor Giovanni Ricchiuti
Altri contenuti a tema
3 Elezioni Città Metropolitana, tre i candidati di Gravina Elezioni Città Metropolitana, tre i candidati di Gravina Il 6 ottobre votano sindaci e consiglieri comunali
1 Diocesi: nominati due nuovi parroci a Gravina Diocesi: nominati due nuovi parroci a Gravina Le decisioni del vescovo Ricchiuti
4 Europee: a Gravina Movimento 5 Stelle prima forza Europee: a Gravina Movimento 5 Stelle prima forza Oltre il 30%
Gravina: i dati delle elezioni europee Gravina: i dati delle elezioni europee Definitivo: lieve calo dell'affluenza
Elezioni europee del 26 maggio, informazioni e modalità di voto Elezioni europee del 26 maggio, informazioni e modalità di voto Avviso ai candidati e alle forze politiche
Messaggio augurale del vescovo alla Diocesi Messaggio augurale del vescovo alla Diocesi Monsignor Ricchiuti parla soprattutto ai giovani
1 Giornata mondiale della Gioventù, la Diocesi c'è Giornata mondiale della Gioventù, la Diocesi c'è Presente anche il vescovo Giovanni Ricchiuti
Per un Natale autentico. Le parole del vescovo Ricchiuti Per un Natale autentico. Le parole del vescovo Ricchiuti Un richiamo al senso vero della festa e gli auguri alla Diocesi: "Più fratellanza"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.