Renzo Paternoster
Renzo Paternoster
La città

12° Premio Internazionale Nabokov 2017: 1° posto per Renzo Paternoster

Si piazza in prima posizione per la sezione "Saggistica"

Dopo aver ricevuto a giugno scorso il "Premio Speciale della Giuria" al 42° Premio Letterario Casentino per il suo libro "La politica del terrore. Il terrorismo. Storia, concetti, metodi", Renzo Paternoster porta a casa il primo premio per la sezione "Saggistica" della 12^ edizione del Premio Internazionale Nabokov 2017.

A garantire la prima posizione sul podio, l'opera "Campi: deportare e concentrare", edito da Aracne. Un lungo e ben documentato lavoro sull'esclusione e sulla genesi e lo sviluppo dei campi di concentramento: da Fenestrelle, usato dai piemontesi per rinchiudere i ribelli meridionali, ai campi di rieducazione coreani. Non è stata di certo questa però la prima volta che un suo libro partecipa ad un concorso letterario qualificandosi tra i finalisti al Premio Nabokov: già lo scorso anno, ha avuto l'opportunità di vincere la competizione letteraria internazionale ma, a causa dell'emergenza neve che colpì la Regione Puglia, non poté partecipare alla cerimonia finale.
A seguire, secondo posto per Alessandro Izzi con "Le strategie dell'oblio" (Universitalia) sul rapporto tra cinema e televisione italiana sul tema della Shoah, e terzo invece per Giuseppina Mellace con il saggio "L'oro del Duce: la vera storia dell'oro di Dongo e degli altri tesori occultati dal regime fascista" (Newton & Compton), una raccolta di storie intorno agli ultimi giorni della Repubblica sociale italiana nell'aprile del 1945.

La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 13 gennaio 2018, nella splendida location del Teatro Salentino di Novoli, distante pochi chilometri da Lecce, alla presenza di una giuria, coordinata da Piergiorgio Leaci. Tra i premi più importanti assegnati, anche: 1° premio a Livia Aymonino per la sezione "Narrativa" e a Edoardo Olmi per la sezione "Poesia", che con lo scrittore gravinese Paternoster costituiscono i tre vincitori per la sezione "Editi". Mentre in prima posizione, per la sezione "Inediti", Lucia Immordino (Saggistica) e Giusi Fontana (Poesia). E ancora, "Premio speciale per la memoria e le tradizioni popolari" ad Eufemia Attanasi e menzioni speciali ad Alessandro Romano e Pina Petracca. Infine premiato anche l'ospite della 12^ edizione, l'onorevole Souad Sbai, autrice di "Le ombre di Algeri" (Armando Curcio).
  • Premio letterario
Altri contenuti a tema
"Menzione d'Onore" per Teo Ugone "Menzione d'Onore" per Teo Ugone Grande soddisfazione per il poeta gravinese al concorso letterario nazionale "Bari Città Aperta"
Gravina in mostra al liceo scientifico Gravina in mostra al liceo scientifico Piero Amendolara racconta la sua visione di città
Premio letterario "Provincia di Bari" Premio letterario "Provincia di Bari" I ragazzi del Liceo Tarantino raccontano l'esperienza
Premio letterario “Provincia di Bari” Premio letterario “Provincia di Bari” Tra le scuole selezionate, il liceo scientifico gravinese "G. Tarantino"
"Premio Letterario Ettore Patruno" "Premio Letterario Ettore Patruno" I° concorso di poesia in italiano e vernacolo pugliese
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.