violenza donne
violenza donne
Territorio

Violenza sulle donne: dalla Regione, dopo la legge, arriva il piano operativo

3 milioni di euro per potenziare la rete di servizi assistenziali.

All'unanimità, lo scorso anno, il Consiglio Regionale ha approvato il disegno di legge per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere. Ora è il momento di guardare alla concretezza, e attuare i propositi e le indicazioni legislative.
Tre milioni di euro finanzieranno quattro linee di intervento del Piano regionale di contrasto alla violenza sulle donne, fornendo gli strumenti a tutti i soggetti del pubblico e del privato sociale per consolidare il sistema assistenziale del territorio.

"Abbiamo voluto dare gambe solide a questa battaglia", spiega il Presidente della Giunta regionale Nichi Vendola, "ad un anno dall'avvio dell'iter del disegno di legge, molteplici sono state le attività mirate alla creazione di un sistema integrato tra istituzioni e servizi". Sono 18 i Centri antiviolenza in Puglia, di cui 10 pubblici, 7 Case rifugio per donne vittime di violenza ed una casa rifugio per donne vittime di tratta.

Quattro le macro azioni previste nel Piano: monitoraggio del fenomeno, attuazione di programmi antiviolenza, consolidamento e potenziamento dei centri e adozione di linee guida per il maltrattamento e la violenza delle donne e dei minori. Da garantire sono infatti i diritti contro ogni forma di maltrattamento e grave resta il problema della violenza sui minori, dalle mille sfaccettature. Alla conferenza di presentazione ha partecipato anche Rosy Paparella, Garante regionale dei diritti per l'infanzia e l'adolescenza.

"Oggi - ha commentato il Presidente - tutte le agenzie educative devono dire continuamente che non si può convivere con la violenza. E' importante far emergere quanto essa sia negazione del diritto altrui, uno spreco di umanità ed anche un reato".
"Lavoriamo perchè si abbatta quel muro - ha concluso Vendola - quella barriera fatta di pregiudizi, di codici culturali stantii che protegge i violenti, i violentatori, i bulli".
  • Regione Puglia
  • Violenza sulle donne
Altri contenuti a tema
1 Altri fondi dalla Regione per lo storico acquedotto Altri fondi dalla Regione per lo storico acquedotto In tutto gli interventi diventano tre
Anche in Puglia arriva il numero unico delle emergenze Anche in Puglia arriva il numero unico delle emergenze Previste 143 assunzioni per gestire il 112
A Gravina apre il centro antiviolenza A Gravina apre il centro antiviolenza Servizi gratuiti di assistenza, aiuto, tutela e protezione in favore
2 Regione e Comune a braccetto presentano "Gravina 2020" Regione e Comune a braccetto presentano "Gravina 2020" Presentato il progetto di recupero del ponte acquedotto
4 Gravina 2020, quali prospettive per la "città che cambia" Gravina 2020, quali prospettive per la "città che cambia" Con il presidente Emiliano e l'assessore Giannini un incontro per fare il punto sui finanziamenti
3 Progetto acque reflue: e se fosse irrealizzabile? Progetto acque reflue: e se fosse irrealizzabile? Tutti i dubbi del consigliere Michele Lorusso
Assistenza scolastica, appello ai Prefetti per evitare ritardi Assistenza scolastica, appello ai Prefetti per evitare ritardi Intervengono i Garanti regionali per i minori e i disabili
La Puglia meta turistica preferita dagli italiani La Puglia meta turistica preferita dagli italiani Emiliano e Capone: “Risultato straordinario"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.