Assistenza domiciliare
Assistenza domiciliare
Ospedale e Sanità

Sanità e assistenza domiciliare in Puglia: "Basta parole, la Regione si attivi subito"

Le sollecitazioni dei consiglieri Conca e Galante (M5S) a tutela delle persone con malattie neurodegenerative

"Quella dell'assistenza domiciliare per i pazienti affetti da patologie neurodegenerative è una questione che la Regione deve affrontare immediatamente. È da troppo tempo che la Regione Puglia si impegna solo verbalmente ad attuare un Piano programmatico per garantire l'assistenza di queste persone" lo dichiarano i consiglieri del M5S Mario Conca e Marco Galante al termine dell'audizione in III Commissione Consiliare dell'associazione "ConSLAncio", che si occupa dell'assistenza alle persone affette da SLA.

"La commissione - spiegano i pentastellati - si è impegnata ad elaborare nel minor tempo possibile una relazione da consegnare all'assessorato con le indicazioni per migliorare l'assistenza domiciliare fornite dall'associazione audita. Bisogna sburocratizzare il sistema e far sì che l'utente possa scegliere in modo trasparente l'operatore socio sanitario accreditato che deve occuparsi della cura dei propri cari, senza dover passare dalle cooperative che lucrano con appalti onerosi. Tra le proposte che presenteremo - aggiungono - ci saranno il ripristino del Dipartimento dell'Alta Fragilità e l'istituzione della figura di un case manager che possa aiutare le famiglie, sballottate da un ufficio all'altro. Altro punto su cui lavorare - continuano i cinquestelle - è quello che riguarda l'organizzazione delle UVM (unità di valutazione multidisciplinare) a cui spetta redigere i piani di assistenza domiciliare con le ore previste e i servizi da erogare. Non è possibile continuare come fatto finora con UVM obbligatori ogni 3 mesi per malattie che non possono far altro che degenerare, mentre come abbiamo ascoltato, il meccanismo s'inceppa quando dinanzi a una progressione della malattia o ad un piano di assistenza inadeguato, sono le famiglie a chiedere di rivedere le ore deliberate. Bisogna fare qualcosa al più presto - concludono Conca e Galante - per garantire il diritto all'assistenza per queste persone e per le loro famiglie che, allo stato attuale, devono anche fare i conti con gli assegni di cura bloccati dallo scorso luglio".
  • Assistenza domiciliare
  • Movimento 5 stelle
Altri contenuti a tema
3 5 Stelle, gruppo attivisti si dissocia dalle consigliere comunali 5 Stelle, gruppo attivisti si dissocia dalle consigliere comunali C'è polemica nel Movimento. Rischio di spaccatura?
Il Comune lascia l’ex sede dello Iat Il Comune lascia l’ex sede dello Iat Dal 15 aprile finisce locazione. Esultano i 5 Stelle che considerano la spesa inutile
Il Piano di zona si sblocca, i servizi possono ripartire Il Piano di zona si sblocca, i servizi possono ripartire Cittadini in attesa di attività importanti: assistenza domiciliare e assistenza specialistica a scuola
La commissione invalidi resta ad Altamura, ancora disagi a Gravina La commissione invalidi resta ad Altamura, ancora disagi a Gravina Conca scrive a Montanaro: "Scelta da rivedere"
2 Il ricorso al Tar per ripristinare la legalità Il ricorso al Tar per ripristinare la legalità Il Movimento Cinque Stelle contro l'ex sindaco
Parlamentarie Puglia, successo di democrazia: +850% candidati rispetto al 2013 Parlamentarie Puglia, successo di democrazia: +850% candidati rispetto al 2013 M5S unica forza politica che fa decidere agli iscritti chi candidare
Prorogato il bando per l'assegno di cura Prorogato il bando per l'assegno di cura La Regione rinvia la scadenza al 6 ottobre
2 Abbattimento cipresso: l'accusa del Movimento 5 Stelle Gravina contro l'assessore Lafabiana Abbattimento cipresso: l'accusa del Movimento 5 Stelle Gravina contro l'assessore Lafabiana "Non ha chiarito le motivazioni oggettive di pericolosità dell'albero"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.