ciccio e tore
ciccio e tore
Cronaca

Riaprire il caso sulla morte di Ciccio e Tore

Filippo Pappalardi presenta ricorso contro l’archiviazione disposta dal Tribunale dei minori

Filippo Pappalardi, padre di Francesco e Salvatore Pappalardi, ha presentato ricorso contro la decisione del Tribunale dei Minori di chiudere per la seconda volta il caso sulla morte dei due ragazzini. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, Pappalardi ha presentato ricorso in Cassazione chiedendo di riaprire le indagini e di ascoltare altri testimoni.

"In particolare – riferisce il Corriere - chiede che venga valutata la testimonianza resa qualche anno fa da un uomo ai magistrati inquirenti (deceduto qualche tempo fa) in cui raccontava che Ciccio e Tore la sera della sparizione erano in compagnia di alcuni amici".
Come si ricorderà i due bambini scomparvero a giugno 2006 per essere ritrovati due anni dopo, il 23 febbraio 2008, all'interno del vecchio edificio ribattezzato "la casa delle cento stanze" da un vigile del fuoco intervenuto per salvare un altro bambino, Michele, caduto in una cisterna da un cunicolo presente sul tetto dell'immobile.
Durante le operazioni di soccorso uno dei vigili del fuoco si accorse della presenza dei resti di altri due bambini, poi riconosciuti come i fratellini Pappalardi.

Lo stesso Filippo Pappalardi è reduce da una lunga vicenda giudiziaria poiché accusato, in un primo momento, di essere l'omicida dei suoi due figli. Incarcerato per alcuni mesi si è sempre dichiarato innocente. Dopo tre mesi di carcere, l'uomo fu scagionato e contro di lui caddero tutte le accuse.
Lo scorso settembre la Corte di Appello ha riconosciuto l'ingiusta carcerazione per Pappalardi disponendo a favore dell'uomo un risarcimento di 65.000 euro.

Ora quel padre, descritto inizialmente come un uomo violento e poi riconosciuto egli stesso vittima, chiede che si faccia piena luce sulla morte dei suoi bambini nella speranza di ottenere finalmente giustizia.
  • Ciccio e Tore
  • Tribunale di Bari
  • Filippo Pappalardi
Altri contenuti a tema
Inchiesta "Pandora", chieste 91 condanne per associazione mafiosa Inchiesta "Pandora", chieste 91 condanne per associazione mafiosa Alla sbarra i clan di Bari che hanno dominato nella provincia, anche a Gravina
A rischio di chiusura l'ufficio del giudice di pace A rischio di chiusura l'ufficio del giudice di pace Manca il personale. Il Comune deve correre ai ripari e risponde al Tribunale di Bari
Trasferire nel Tribunale di Altamura altri uffici pubblici Trasferire nel Tribunale di Altamura altri uffici pubblici L'onorevole Ventricelli a confronto con il Ministro
1 Gemelli nati disabili, il tribunale di Bari riconosce gli errori dei medici Gemelli nati disabili, il tribunale di Bari riconosce gli errori dei medici Regione condannata a pagare 4,5mln di euro alla famiglia
Bancarotta da 4,3mln per la società ParcoLafenice Bancarotta da 4,3mln per la società ParcoLafenice Concluse le indagini della Procura
Scomparsa di Ciccio e Tore, il caso è chiuso Scomparsa di Ciccio e Tore, il caso è chiuso La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di Filippo Pappalardi
Processo Tradeco, la giunta approva la costituzione di parte civile Processo Tradeco, la giunta approva la costituzione di parte civile Tre gli imputati per frode e abuso d’ufficio ai danni del Municipio
Scuola Montemurro: intervenga il Prefetto Scuola Montemurro: intervenga il Prefetto L'accusa di Casareale: lo studio geologico snobbato dall'Utc
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.