Centro regionale di ricerca dei tumori rari
Centro regionale di ricerca dei tumori rari
Salute

Nasce il Centro Regionale per la ricerca e la cura dei tumori rari

Obiettivo: fronteggiare le neoplasie rare con protocolli terapeutici adeguati

Rare sì, ma non per questo incurabili o non attenzionate dalla ricerca.
Le neoplasie che si manifestano in un numero ristretto di pazienti sono da anni sorvegliate speciali nell'Istituto tumori "Giovanni Paolo II" di Bari all'interno del quale, lo scorso 29 settembre, è stato inaugurato il "Centro regionale per la ricerca e la cura dei tumori rari" dell'adulto.

Un percorso non semplice durato anni, tra sensibilizzazione e convegni tematici in collaborazione con l'associazione onlus "Maria Ruggieri" per la Ricerca su Angiosarcoma e Tumori rari di Terlizzi, fino alla consacrazione dell'Oncologico quale primo e unico centro della Puglia nell'ambito di malattie che possono insorgere in qualunque organo e sistema, rappresentando globalmente circa il 20 per cento di tutti i tumori. Una grande opportunità per i pazienti e un motivo in più d'orgoglio per il Direttore Generale dell'IRCCS barese, Vito Antonio Delvino, impegnato a garantire l'eccellenza nell'offerta sanitaria e l'umanizzazione della medicina. Tale risultato è stato ottenuto valorizzando l'integrazione tra Istituzione e Volontariato, ennesima conferma del ruolo chiave che le associazioni dei pazienti giocano nello sviluppo degli ospedali pubblici.

Uno l'obiettivo del centro intitolato alla memoria di Maria Ruggieri e guidato dal dottor Michele Guida, responsabile del reparto di terapie innovative e ambulatorio tumori rari dell'ospedale di via Orazio Flacco: dare una risposta allo smarrimento di pazienti e familiari dinanzi a patologie non facili da diagnosticare e curare, considerato che le aziende farmaceutiche hanno scarso interesse ad investire in farmaci da somministrare complessivamente a poche migliaia di ammalati.
«I sostenitori, le associazioni no profit, i medici e gli operatori sanitari sono invitati ad intervenire per sostenere l'implementazione nella nostra Regione della ricerca e della cura di queste patologie che ancora oggi sono causa di elevata migrazione sanitaria», aggiungono dal Centro.
  • Tumori
Altri contenuti a tema
1 Puglia: lotta ai tumori, indice di mortalità in calo Puglia: lotta ai tumori, indice di mortalità in calo I risultati di uno studio. Nota dolente: le liste di attesa
Arte e prevenzione, un'idea Lilt Gravina Arte e prevenzione, un'idea Lilt Gravina Presentata l'iniziativa benefica presso la Fondazione "E.P. Santomasi"
Tumori, dati in linea con il trend nazionale ma non mancano le criticità Tumori, dati in linea con il trend nazionale ma non mancano le criticità Presentati i dati del registro regionale
Donne e tumore al seno: Gravina sceglie la prevenzione Donne e tumore al seno: Gravina sceglie la prevenzione La città vestirà di rosa nel mese della prevenzione al femminile
Convegno “Psiconcologia: la cura è nella relazione” Convegno “Psiconcologia: la cura è nella relazione” Imparare a gestire ansie, incertezze e stress
Presentato il Registro Tumori Regionale per monitorare lo stato di salute dei pugliesi Presentato il Registro Tumori Regionale per monitorare lo stato di salute dei pugliesi A Gravina tutto fermo per la Consulta Salute e Territorio
Consulta “Territorio e salute” Consulta “Territorio e salute” Istituita una commissione di monitoraggio tumori.
Tumori: Puglia ultima in Italia per mortalità Tumori: Puglia ultima in Italia per mortalità I dati forniti da un'inchiesta Arpa e Ares
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.