eolico
eolico
Territorio

Impianti eolici, i sindacati vogliono vederci chiaro

Cgil, Cisl e Uil chiedono incontro con amministrazione e società proponente

La presentazione di un progetto per la realizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica riveniente da fonte eolica, che si comporrà di 6 aerogeneratori ed opere di connessione, da collocarsi in un'area tra i Comuni di Altamura e Gravina, preoccupa le locali organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil che sulla istallazione vogliono vederci chiaro. Le sigle sindacali hanno per tanto deciso di chiedere un incontro al sindaco di Gravina Fedele Lagreca per discutere dell'incidenza che l'opera potrebbe avere sul territorio.

La società Società WPD Silvium, in data primo settembre ha presentato una istanza di Via (Valutazione di Impatto Ambientale) al Ministero della Transizione ecologica. Da quella data ci sono 30 giorni per le comunità per presentare eventuali osservazioni. Quindi entro il 30 settembre i territori dei Comuni interessati dovranno eventualmente sollevare eccezioni e comunicare osservazioni. Un territorio che già è interessato da altri impianti di questa natura, con effetti sull'ambiente che preoccupano le tre sigle sindacali.

"Senza esprimere nessun giudizio di merito, riteniamo opportuno evidenziare che questo è un terzo progetto presentato nel nostro territorio della stessa natura, e come evidenziato nella scheda dell'avviso al Pubblico, potrebbe generare impatti con le aree SIC/ZSC del Bosco Difesa Grande e con il Parco dell'Alta Murgia"- affermano Cgil, Cisl e Uil, che "al fine di comprendere tali impatti ambientali e se gli stessi sono compatibili con lo sviluppo del territorio", chiedono un coinvolgimento delle organizzazioni sindacali, delle associazioni di categorie del mondo dell'Impresa e dell'ambientalismo.

Quello che si chiede è un coinvolgimento che consenta di produrre proposte finalizzate alla riduzione di eventuali "storture che possano impattare negativamente sul nostro territorio".
Di qui la richiesta di incontro tra rappresentanze del territorio, amministrazione comunale e Società Wpd Silvium al fine di attivare "quel livello di partecipazione e coinvolgimento partecipato della cittadinanza attraverso le proprie forme di rappresentanza per un contributo fattivo al VIA" -concludono le organizzazioni sindacali.

La presentazione del progetto è stata resa nota da Gravinalife in questa notizia.
  • Sindacati
  • CGIL
  • CISL
  • UIL
  • Eolico
Altri contenuti a tema
Parco eolico, il no della Cgil Parco eolico, il no della Cgil Il sindacato chiede al MiTe di rilasciare un parere negativo illustrando le sue ragioni
Siglata intesa tra Comune e sindacati Siglata intesa tra Comune e sindacati Relazioni sindacali, appalti pubblici, lavori, forniture, servizi e clausola sociale al centro del protocollo
Presentato un altro progetto per pale eoliche a Gravina Presentato un altro progetto per pale eoliche a Gravina Per realizzare sei aerogeneratori di notevole altezza
Piano sociale di zona, confronto con i sindacati Piano sociale di zona, confronto con i sindacati Cgil, Cisl e Uil intendono svolgere un ruolo da protagoniste
La Cgil fa gli auguri a Lagreca La Cgil fa gli auguri a Lagreca Chiesto incontro dal coordinatore del sindacato Deleonardis
Parco eolico, la Cgil dice la sua Parco eolico, la Cgil dice la sua Considerazioni del sindacato a margine dell’incontro tenutosi a Palazzo di Città
Impianti eolici, la Cgil chiede incontro al commissario Impianti eolici, la Cgil chiede incontro al commissario Preoccupazione espressa del sindacato che intende discuterne con la società proponente
14 Un parco eolico tra Altamura e Gravina, entro 30 giorni le osservazioni Un parco eolico tra Altamura e Gravina, entro 30 giorni le osservazioni Ricade in territorio barese, al confine con Matera
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.