gravina in murgia
gravina in murgia
Turismo

Il consorzio Gravina In Murgia risponde agli attacchi

Replica del Consorzio Turistico attraverso una lettera aperta

Dopo l'articolo Pubblicato da Gravinalife che parlava della mancanza del direttore dello iat e di rotture in seno al consiglio di amministrazione del consorzio "Gravina In Murgia", riferite dallo stesso direttore dello Iat e socio dimissionario, Pino Topputo, arriva la replica del consorzio turistico.
Di seguito il comunicato integrale di "Gravina In Murgia".


Il consiglio direttivo del consorzio turistico Gravina in Murgia, presenti 7 componenti su 9, ha preso atto di quanto accaduto negli ultimi giorni che ha visto un attacco frontale verso il Consorzio Turistico.
La presenza unanime dei 6 consiglieri eletti smentisce, categoricamente, il contenuto di alcuni articoli di testate locali, dimostrando l'infondatezza circa le fantomatiche dimissioni di soci e dell'intero direttivo "fatta eccezione solo per il presidente, accusando quest'ultimo di aver amministrato il Consorzio come un'attività privata, senza mai offrire conto delle proprie azioni". L'unanimità espressa sulla relazione del presidente, sia in sede di direttivo che in occasione dell'ultima assemblea dei soci, tenutasi giorni fa, che ha visto la presenza di 12 componenti su 13, sbugiarda quanto scritto dai giornalisti.

Giusto perché si sappia, attualmente cinque dei sei componenti del consiglio direttivo, eletti dall'assemblea dei soci, sono imprenditori qualificati, nonché soci del consorzio, l'unico estraneo è il presidente che, se in contrasto con gli altri, come affermato, sarebbe stato costretto alle dimissioni, così come previsto dallo statuto. Lo IAT è senza direzione perché ritenuta inutile e dannosa, dal consiglio direttivo, oltre a comportare, in questi anni, uno spreco di denaro. Le testate giornalistiche farebbero bene ad informarsi prima di infangare persone e istituzioni, ma di questo risponderanno nelle sedi opportune.

Per quanto concerne la vicenda del biglietto unico si smentisce, categoricamente, quanto riportato nel corpo della delibera della giunta comunale, sia nella forma che nella sostanza, in quanto la fatidica nota, che fa da capo d'imputazione per la rescissione del biglietto unico, non è mai pervenuta al consorzio dato che, inspiegabilmente, è stata inviata, in forma ordinaria, su un indirizzo mail, non nelle disponibilità del consorzio. Nel contenuto si contesta quanto riportato, data la sua non rispondenza agli stessi deliberati amministrativi, circa l'affidamento dei tre siti, dei quali soltanto uno è nella disponibilità del consorzio; ma di ciò si sta interessando il legale incaricato.

Il consorzio, non è appiattito sulla semplice gestione dello IAT, confermata con determina dirigenziale n. 305 del 27/5/2021, ma ha una sua autonomia gestionale come dimostrano le tante iniziative messe in campo, anche, negli anni nonostante la pandemia. Le giornate celebrative del Ponte Acquedotto, le giornate del turista, l'apertura degli ipogei di Santa Sofia che hanno visto l'arrivo di miglia di turisti, Il corso di formazione per operatori turistici, con la partecipazione di circa 150 persone, danno testimonianza del nostro operato.

Il consorzio, appena insediatasi l'attuale amministrazione, ha manifestato la volontà di rimodulare e ripensare a un modello diverso, circa la gestione e promozione del turismo, ritenuto, da noi, un piccolo giacimento petrolifero da sfruttare adeguatamente; questa propensione al cambiamento viene ribadita con forza. Non siamo mai stati ostativi verso chicchessia, sono altri che si sono allontanati, gettando fango su persone e istituzioni.

La nostra disponibilità rimane ampia e totale per il prosieguo, ma non possiamo nascondere la nostra amarezza e il rammarico per quanto, incautamente, prodotto, manifestato e scritto circa il nostro operato, sempre coerente e rispettoso degli obblighi e dei compiti assegnati e, costantemente, proteso a favorire la crescita, lo sviluppo e la promozione del turismo nella nostra bellissima città e nel nostro territorio. Pronti e disponibili a qualsiasi confronto, sia pubblico che privato, per far valere le nostre ragioni e la nostra correttezza verso le istituzioni.

il Presidente
(Dott. Michele Laddaga )
  • Consorzio Gravina in Murgia
Altri contenuti a tema
Benedetto XIII unico papa pugliese? Chiarimenti di Laddaga Benedetto XIII unico papa pugliese? Chiarimenti di Laddaga Il presidente di Gravina in Murgia spiega la sua affermazione contestata sui social
Un’idea a confronto: anno orsiniano Un’idea a confronto: anno orsiniano La proposta è del Consorzio “Gravina in Murgia”
3 Lo Iat è senza direzione Lo Iat è senza direzione Quale futuro per i servizi turistici a Gravina
Il Comune “scarica” il consorzio “Gravina in Murgia” Il Comune “scarica” il consorzio “Gravina in Murgia” Rescisso il protocollo d’intesa
Il ponte day chiude la rassegna “a cielo aperto” Il ponte day chiude la rassegna “a cielo aperto” Con l'uscita di "No time to die" è al centro dell'attenzione
Seconda giornata del turista” del consorzio GravinainMurgia Seconda giornata del turista” del consorzio GravinainMurgia L’iniziativa rientra nel calendario dei “Percorsi di Settembre”
1 Turismo post-covid, ripresa lenta Turismo post-covid, ripresa lenta Lo Iat e il Capitolo Cattedrale impegnati nell’offerta turistica cittadina
Ufficio IAT, finalmente si riapre Ufficio IAT, finalmente si riapre Intesa tra Comune e consorzio GravinainMurgia per i servizi turistici
© 2001-2023 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.