Palazzo Popolizio
Palazzo Popolizio
La città

Dopo il restauro riapre Palazzo Popolizio

Un autentico gioiello restituito alla sua antica bellezza

Restituito al suo antico splendore è stato consegnato alla famiglia l'antico Palazzo Popolizio, una delle opere architettoniche più belle del cuore antico di Gravina e uno dei pochi testimoni degli antichi sfarzi gravinesi rimasti per fortuna intatti.

Inaugurato nella giornata di domenica alla presenza del vescovo Monsignor Giovanni Ricchiuti e del sindaco di Gravina, Alesio Valente oltre a tantissimi esponenti della cultura locale, palazzo Popolizio è tornato a risplendere grazie al volere della famiglia Piarulli ereditiera dell'antica dimora e grazie alla maestria dei tecnici Nunzia Marsico e Tiziana Tucci mentre i lavori sono opera della società "Edil - domus".
L'immobile è situato nel nucleo antico della città e precisamente in una vecchia strada, via Marconi, anticamente denominata delle Beccherie. In tale ambito, a ridosso dei rioni popolari di Piaggio e Fondovito, si ergevano le case signorili della borghesia latifondista.

II fabbricato è incluso in un grande isolato composto da una successione di palazzotti dalle fattezze seicentesche. L'attuale struttura, tuttavia, è il frutto di rimaneggiamenti ottocenteschi.
Tre i piani, diversi terrazzamenti e un torrino da cui si può ammirare il paesaggio compongono la struttura dell'immobile. All'interno, invece, grandi stanze, affreschi, suppellettili e un unico ambiente con la volta in mattoni, che nella giornata di domenica ha letteralmente incantato monsignor Ricchiuti, fanno di Palazzo Popolizio un unicum che ieri ha aperto le sue porte alla cittadinanza gravinese perché "questo gioiello sia di tutti e a disposizione di tutti" ha annunciato una emozionata professoressa Piarulli che dopo due anni di lavori ha visto finalmente realizzato il sogno di sua madre Paola Colonna Popolizio.
I dettagli del restauro, dalla pulizia al recupero della struttura sino al restauro di mobili e infissi, , sono stati illustrati dall'architetto Tiziana Tucci che insieme alla collega Nunzia Marsico sono le fautrici di cotanta bellezza.

Una bellezza a portata di tutti poiché il palazzo, oltre ad ospitare la dimora privata della famiglia Piarulli, sarà presto centro congressi, sala per mostre di quadri e mostre fotografiche tra cui i capolavori della signora Maria Leone e le foto di Carlo Centonze, oltre a diventare una foresteria.
Un gioiello architettonico restituito alla comunità ma soprattutto un esempio di amore per la città e per il bello. Quello vero.
52 fotoInaugurazione Palazzo Popolizio
Inaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioInaugurazione palazzo PopolizioFiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016Fiera Vintage 2016
  • Restauro
Altri contenuti a tema
A Gravina apre i battenti il Centro di restauro dell'Alta Murgia A Gravina apre i battenti il Centro di restauro dell'Alta Murgia Un progetto finanziato con il fondo regionale Pin
L’Officina Artigiana Ausonia di Gravina cerca collaboratori L’Officina Artigiana Ausonia di Gravina cerca collaboratori Invia il tuo curriculum, il tecnico di cui necessitano potresti essere tu
La cappella in via Spinazzola rimessa a nuovo La cappella in via Spinazzola rimessa a nuovo Il Cristo ritornerà al suo posto nel mese di settembre
Crocifisso di via Spinazzola, deturpato dal tempo Crocifisso di via Spinazzola, deturpato dal tempo Don Giovanni Bruno: “Ben accetti contributi dai fedeli”.
Dove è finito il Crocifisso? Dove è finito il Crocifisso? La cappella della zona fiera resta senza il suo Cristo.
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.