Alesio Valente
Alesio Valente
Politica

Battaglia politica si sposta su bonifica della vecchia discarica

Valente si difende ma Conca incalza

"Siamo di fronte ad una vicenda la cui strumentalizzazione politica è ben evidente. Le legittime aspettative di giustizia di un cittadino si sono trasformate in una campagna contro la mia persona, del tutto estranea a fatti che riguardano un'epoca lontana". Commenta tranquillo ma deciso a difendere il proprio operato, Alesio Valente, il sindaco citato in giudizio per la mancata bonifica della discarica in contrada Cozzarolo.

Pur convinto che si tratti di una vicenda politica, il primo cittadino non si sottrae a spiegare nei dettagli il suo punto di vista: "Si tratta di una storia che affonda le radici tra il 1989 ed il 1994, quando io ero ancora un bambino, con la mancata bonifica che si è poi protratta per vari lustri. La Procura contesta ora al Comune, ed a me in veste di sindaco pro tempore, di non aver proceduto alle necessarie operazioni di risanamento. Già in altre occasioni avevo subito denunce, ma le accuse erano state archiviate. Adesso, per la terza volta, il caso si ripropone, anche se in maniera diversa da quanto prospettato da Conca, che pure di legge dovrebbe capire qualcosa visto che da consigliere regionale le scrive per la Puglia. Non c'è stato difatti alcun mio rinvio a giudizio: trattandosi di un reato minore, il pm ha disposto la citazione diretta a giudizio, che non prevede alcuna valutazione di un giudice terzo, come di solito avviene nell'udienza preliminare davanti al Gup".

" Dunque - prosegue il primo cittadino - si tratta di un'accusa che non è stata ancora vagliata. Ma anche nel merito sono sereno e fiducioso nella magistratura: la bonifica di Cozzarolo è figlia di un procedimento in cui le competenze non erano solo del Comune, ma anche di altri enti, che spesso e volentieri, con le loro assenze in conferenza di servizi, hanno rallentato l'iter. Ad ogni modo, come attestano gli atti, la fase di caratterizzazione va avanti da più di un anno, con i tecnici al lavoro sul campo già da alcune settimane. E tutto questo lo si sta facendo con fondi ottenuti dalla mia amministrazione comunale. Per questo vado avanti, a testa alta e con la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile, anche di più. Lascio ad altri le vesti dei trasformisti: innocentisti con le inchieste che riguardano loro, implacabili tagliateste con quelle altrui" conclude Valente con un chiaro riferimento al consigliere regionale Mario Conca.

Nei giorni scorsi era stato proprio il consigliere regionale a riportare la vicenda di Cozzarolo agli onori della cronaca dando notizia della citazione in giudizio per il sindaco. Conca già da tempo punta il dito contro Valente accusandolo " di incomprensibili ritardi".

"Il comune di Gravina ha enormi ed evidenti colpe in questa vicenda – sostiene il consigliere – a partire dalla leggerezza con la quale ha permesso che il sito, nei primi anni 2000, potesse ospitare un maneggio, fino ai ritardi nell'attivazione delle procedure di caratterizzazione e analisi dei rischi. Più volte abbiamo sollecitato l'avvio degli interventi propedeutici alla bonifica del sito, sin dal 2013, mentre l'amministrazione Valente si è limitata, negli ultimi otto anni, solo a vuoti proclami nonostante gli stanziamenti regionali. Finalmente a settembre 2018 con determinazione dirigenziale del Servizio regionale Ciclo rifiuti e bonifiche è stato approvato il piano di indagini integrative di caratterizzazione dell'area dell'ex discarica. Continueremo a monitorare – conclude – che vengano attuati in tempi rapidi tutti gli interventi previsti. I cittadini hanno aspettato fin troppo, con notevoli rischi per la loro salute data la natura carsica e l'utilizzo dell'area a pascolo ovino e bovino, a causa di un'amministrazione dormiente."

Una battaglia, almeno politica, per ora combattuta su due fronti mentre il resto della politica locale, almeno per il momento, si astiene dal fare commenti che, forse il tempo o la giustizia penale, potrebbero facilmente ribaltare.

NOTA IMPORTANTE
GravinaLife e EdiLife non sono responsabili dei commenti lasciati dai lettori e pubblicati attraverso una piattaforma esterna. GravinaLife e EdiLife si dissociano e prendono le distanze da commenti dal contenuto diffamatorio, ricordando agli autori la possibilità di essere perseguiti per legge dalla/e persona/e offesa/e.
  • Alesio Valente
  • Mario Conca
  • Discarica in contrada Cozzarolo
Altri contenuti a tema
2 Covid, ordinanza Valente per esercizi ristorazione e h24 Covid, ordinanza Valente per esercizi ristorazione e h24 Un provvedimento restrittivo e chiarificatore del Dpcm. in città altri tre casi
1 Bus pieni, la protesta degli studenti e del Comune Bus pieni, la protesta degli studenti e del Comune Valente: “Più controlli per assembramenti e uso della mascherina”
3 Cardascia attacca. Ma Valente non ci sta Cardascia attacca. Ma Valente non ci sta Video d’accusa alla maggioranza del consigliere Dem. Il sindaco risponde per le rime
2 Cimitero, la città attende risposte Cimitero, la città attende risposte Valente “accerchiato” su gestione e ritardi sulla realizzazione dei loculi comunali
Reteambiente, Gravina partecipa al meeting Reteambiente, Gravina partecipa al meeting Valente tra gli amministratori ed esperti che si confrontano su super bonus e comunità energetiche
2 Vandalismo, Parco Robinson chiuso di mattina Vandalismo, Parco Robinson chiuso di mattina Per una settiman si sistemano arredi e giostrine danneggiati o usurati
2 Ampliamento del cimitero, i cittadini non perderanno somme già versate Ampliamento del cimitero, i cittadini non perderanno somme già versate La rassicurazione del sindaco Valente: "Progetto andrà avanti"
Valente a Roma dal ministro Speranza Valente a Roma dal ministro Speranza Il sindaco ricevuto per discutere di sanità e pandemia
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.