dino parulli tris
dino parulli tris
Calcio

L’intervistato della settimana: il Ds Dino Parrulli

Conosciamo meglio il Direttore Sportivo della Tris e le sue ambizioni

Eccoci qui con Dino Parrulli, da quest'anno Direttore Sportivo della Tris Gravina.

1)Quando è cominciata la tua avventura con la Tris Gravina?
La mia avventura con la Tris Gravina, parte dalle fondamenta, dall'anno 2003, quando l'allora denominazione sociale era Polisportiva Calcio Gravina, solo successivamente nel 2005 con l'ingresso della famiglia Capone fu fondata la Tris Gravina. Tutto partì quando un giorno d'estate il mio amico Tonio Lorusso mi propose di prendere parte al progetto della creazione di una squadra di calcio a 5, formata da amici e di coinvolgere altri giovani ragazzi della città, con l'obiettivo di crescere negli anni senza fare il passo più lungo della gamba e diventare una piccola realtà di questo sport (per il momento) a livello regionale. Beh…ad oggi posso dire che ci stiamo riuscendo.
2) La posizione attuale in classifica è indice che il lavoro sul mercato estivo è stato fatto bene; quanti meriti ti prendi per tutto ciò?
Nelle misure dovute, per quelle che sono le mie competenze. Fin dalla conclusione del campionato scorso e dopo la mia nomina di Ds, in comune accordo con la società abbiamo deciso di confermare l'intera rosa ed effettuare alcuni innesti mirati, stando a vedere cosa di buon questo organico poteva fare avendolo dall'inizio del campionato e non da Dicembre; quindi completata questa fase, dove tutti, tranne Sassanelli, hanno dato la loro disponibilità ancora per questa stagione ad indossare la maglia della Tris, si è provveduto con gli innesti mirati voluti dal mister, sempre basandoci a quelle che sono le nostre possibilità.
3)A quali/e giocatori/e ti senti più affezionato??
A tutta la squadra…a tutto il gruppo…Oramai la maggior parte dei componenti di questa squadra è due anni che lavora insieme, si è creato con tutti un legame e una simbiosi tale per cui è difficile dire a chi sono più affezionato; se devo proprio esprimermi direi con i rompiscatole (nel senso buono) dei ragazzi più giovani, in cui prevale un senso di protezione nei loro confronti.
4)Dopo l'ultima vittoria vedi una Tris da playoff o credi che bisogna volare bassi??
Volare bassi sarebbe la cosa giusta da fare e da dire, anche se sognare è lecito. Certamente il buon momento che stiamo vivendo e dopo l'ultima vittoria a Rutigliano (dove secondo il mio modesto parere sarà difficile vincere per tante squadre), ha creato un certo entusiasmo, che da un lato fa bene, dall'altro…è meglio che non mi esprima per scaramanzia, anche se non sono scaramantico in genere. Conosco bene questa squadra e il mister saprà tenere a bada i facili entusiasmi e affrontare le prossime gare con il giusto appiglio per raggiungere quanto prima il nostro obiettivo principale che è quello della salvezza diretta, tutto quello che di buono potrebbe arrivare, sarà un successo amplificato.
5)La città di Gravina è abbastanza distante dal centro nevralgico del calcio a 5 dove hanno sede la maggior parte delle squadre. Questa "lontananza geografica" è penalizzante per il vostro mercato??
Bella domanda, purtroppo si, questo è un "problema" che per noi è penalizzante; portare a Gravina giocatori che non provengano dalle vicine Altamura o Matera non è facile, perché bisognerebbe far combaciare budget societario e logistico, dato che far venire gente di un certo spessore che vive troppo lontano da noi comporta un determinato costo. Questo però non ci ha mai scoraggiato perché se si conosce bene l'ambiente del futsal, si riesce nell'obiettivo di portare tra le file della Tris giocatori scartati, non utilizzati o non considerati per le loro vere potenzialità nelle società in cui militavano e anche grazie all'ambiente Tris riescono ad esprimersi al meglio.
6)Facciamo un po' di fantamercato. Se la società ti mettesse a disposizione un budget illimitato per comprare un solo giocatore della c1, chi prenderesti??
Domanda facile, NESSUNO!! E con questa risposta anche la società mi ringrazierebbe per i soldi che farei risparmiare; seriamente, con tutto il rispetto per i tanti bravi giocatori che ci sono in C1, credo che i migliori facciano parte della mia squadra, perché sono dei ragazzi splendidi, con le giuste motivazioni, attenzioni ed entusiasmo, che insieme "combattono" con la forza del gruppo come dei veri GUERRIERI.

Ringraziamo Dino Parrulli per la sua disponibilità; vi ricordiamo inoltre che da oggi la Tris Gravina riprenderà gli allenamenti per mantenere alta la concentrazione e la forma in vista del prossimo impegno in campionato contro il Città di Bari.

Ufficio Stampa
Tris Gravina

  • Tris Gravina
  • Dino Parrulli
Altri contenuti a tema
Tris Gravina: un match che vale una stagione Tris Gravina: un match che vale una stagione Arriva il Noci allo Sporting per la semifinale dei playout
Bari-Tris Gravina: finale da cardiopalma Bari-Tris Gravina: finale da cardiopalma Gialloblù già ai play-out,ma costretti a vincere perchè...
Tris Gravina avanti così ! Tris Gravina avanti così ! Junior Da Silva e Topputo trascinano alla vittoria i gialloblù
Tris Gravina, attenta all’Azetium Tris Gravina, attenta all’Azetium Ultimo match casalingo per i gialloblù
Tris Gravina: annientato il F.Messapia Tris Gravina: annientato il F.Messapia Ancora residue possibilità di salvezza diretta per i gialloblù
Tris Gravina,a Brindisi vietato sbagliare Tris Gravina,a Brindisi vietato sbagliare Ultima chiamata per agguantare la salvezza diretta
Tris Gravina : La zona play-out è ora realtà Tris Gravina : La zona play-out è ora realtà I gialloblù in caduta libera in classifica.
Tris-Fovea : da qui passa la salvezza Tris-Fovea : da qui passa la salvezza Per i gialloblù l’unico obiettivo sono i 3 punti
© 2001-2023 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.