assistenza disabili e ade
assistenza disabili e ade
Ospedale e Sanità

Terapie bambini speciali, il Comune è con i genitori

Sindaco e assessori scrivono ad Asl e Regione per risolvere il problema

Garantire la continuità assistenziale per i bambini affetti da autismo è una questione prioritaria. Di questo ne sono certi al Comune di Gravina che, sindaco in testa, ha voluto esprimere tutta la sua preoccupazione per la vicenda agli organi competenti.

Valente, in accordo con gli assessori Maria Nicola Matera, Claudia Stimola e Felice Lafabiana ha, infatti, scritto una missiva rivolta all'Asl Bari e alla regione Puglia nella quale si chiede di individuare con estrema premura le modalità atte a garantire la continuità assistenziale in favore dei bambini speciali residenti nei comuni di Gravina, Altamura e Santeramo.

Una vicenda che va avanti da qualche mese ormai, da quando la Regione Puglia nell'autunno scorso ha deciso che i programmi riabilitativi debbano essere necessariamente predisposti dalle Unità Operative di Medicina Fisica e Riabilitazione e dal Servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza nei comuni in cui gli assistiti risiedono. Questione che ha visto nascere il "Comitato genitori speciali", sceso sul piede di guerra proprio per scongiurare tale ipotesi.

Una scelta che ha creato scompiglio tra i genitori con bambini autistici, che hanno incassato la solidarietà degli esponenti della giunta comunale gravinese, che hanno voluto far sentire le proprie ragioni ai vertici dell'azienda sanitaria e al governatore Emiliano. "Questa scelta ha gettato nel panico 261 famiglie dei comuni di Gravina in Puglia, Altamura e Santeramo in Colle, che hanno visto e subìto la interruzione delle cure riabilitative sino a quel momento effettuate presso 2 centri di riabilitazione siti nella vicina Basilicata, soluzione logisticamente preferita in considerazione della esiguità delle distanze"– si legge nella nota, che intende porre nuovamente la questione sotto la lente di ingrandimento.

Proteste che erano già arrivate fino alle sfere alte della Regione e dell'Asl, che nello scorso febbraio aveva dato la propria disponibilità a valutare soluzioni alternative meno traumatiche nel passaggio dalla vecchia alla nuova gestione, preannunciando comunque un potenziamento dell'organico sul territorio che potesse garantire una maggiore efficienza nel servizio. Resta il fatto che ad oggi nulla è cambiato.

"Anzi, -sottolineano Valente, Matera, Stimola e Lafabiana- l'emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese ha sostanzialmente portato alla interruzione totale delle cure riabilitative anche presso i centri fuori Regione". Non solo, ma –aggiungono i rappresentanti del governo cittadino- "uno dei due centri della Basilicata, per andare incontro alle famiglie ed in modo particolare ai bambini, ha continuato ad erogare e ad assicurare il servizio mediante tele-riabilitazione, fino a quando l'Asl non è intervenuta per imporre lo stop, ritenendo l'attività non autorizzata".

Insomma, una questione che va affrontata e risolta una volta per tutte. Per questo i rappresentanti dell'amministrazione municipale di Gravina invitano la dirigenza dell'Asl Bari "a farsi carico di supportare le prestazioni erogate, anche mediante tele-riabilitazione, seppur fuori regione, nonché ad avviare le procedure di aggiornamento dei piani di riabilitazione"; mentre al governo regionale viene chiesto di garantire la continuità dei servizi già erogati ai bambini autistici nella vicina Basilicata, "in attesa di riportare nell'alveo del Sistema sanitario regionale la gestione di queste prestazioni assistenziali, così da ridurre la mobilità passiva e i conseguenti costi".
  • Disabilità
  • Autismo
Altri contenuti a tema
Webiner su “Alimentazione e Sport vs Diabete” venerdì 27 novembre Webiner su “Alimentazione e Sport vs Diabete”
“BoscoinFesta” propone una “Scarrozzata”. Si farà il 4 ottobre “BoscoinFesta” propone una “Scarrozzata”. Si farà il 4 ottobre Iniziativa rivolta alle persone con disabilità nel cartellone degli eventi organizzati nell’area verde comunale
Malattie rare e bambini fragili, indetta una protesta Malattie rare e bambini fragili, indetta una protesta Manifestazione alla Regione per sollecitare più attenzione e non lasciare sole le famiglie
Disabili gravissimi, partono i contributi straordinari Covid19 Disabili gravissimi, partono i contributi straordinari Covid19 La Asl ha dato il via libera alla liquidazione
Assistenza per riabilitazione, la Asl prende impegni con le famiglie Assistenza per riabilitazione, la Asl prende impegni con le famiglie Il direttore generale: "I trattamenti fuori regione proseguiranno"
Riabilitazione dei "bambini speciali", la Asl avvia le verifiche Riabilitazione dei "bambini speciali", la Asl avvia le verifiche I genitori sono molto preoccupati. L'azienda garantisce la continuità terapeutica e nuove assunzioni
Disabilità gravi, troppa burocrazia per le pratiche sanitarie Disabilità gravi, troppa burocrazia per le pratiche sanitarie Discusse le priorità della consulta che ingloba numerose associazioni
Presentata la settimana gravinese dedicata alle persone con disabilità Presentata la settimana gravinese dedicata alle persone con disabilità Associazioni, cooperative e Comune aderiscono alla manifestazione “tuttinsieme per l’inclusione”
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.