Madonnina della piazzetta di via Ragni
Madonnina della piazzetta di via Ragni
La città

Sfregio alla statua della Vergine: la rabbia lascia il posto al perdono

Il sindaco Alesio Valente condanna il gesto. Don Giuseppe Logruosso invita i fedeli ad un esame di coscienza

"Quanto accaduto va condannato con fermezza, senza tentennamenti". Così il primo cittadino di Gravina Alesio Valente, appena appresa la notizia, ha commentato l'atto vandalico consumatosi nella notte tra il 21 e il 22 agosto ai danni della sacra effigie della Madonna nella piazzetta di via Ragni, poi ripulita con pazienza e amore da decine di mani volenterose nella mattinata di ieri.

"Ho provato - prosegue - una grande amarezza per quelle mani ignote che, dopo aver dato il peggio di sé nel recente passato nella distruzione dell'arredo urbano, nello sporcare muri e nell'abbandonare mobili e materassi ovunque, sono giunte adesso a deturpare persino l'immagine della donna che incarna l'essenza della maternità. Un'offesa grave, e non solo nei riguardi dei credenti, che testimonia la mancanza di valori e il dispregio della legge e del buon senso che caratterizza una fascia minoritaria di concittadini".

Da questo spiacevole episodio, a detta di Don Giuseppe Logruosso, non c'è che da trarre un insegnamento. "La rabbia deve lasciare il posto al perdono - ha affermato il parroco durante la cerimonia eucaristica svoltasi nella serata di martedì 22 agosto nella piazzetta di via Ragni -. Ciascun individuo deve scavare all'interno della propria coscienza e chiedersi 'cosa ho fatto per evitarlo?' e ancora 'qual è l'esempio che ho dato a questi giovani?'. Più che puntare il dito, dobbiamo guardare quanto è accaduto con occhi diversi. Solo così saremo in grado di capire che la Vergine Maria ci sta chiamando ad una doppia missione: primo, al rispetto del Creato; in secondo luogo, ad una maggiore attenzione all'educazione dei nostri figli, dei nostri giovani. Noi dobbiamo dare loro l'esempio e farci guida nel loro percorso di vita".

E a dar prova dell'amore incondizionato nei confronti del proprio paese, sono stati in tanti. Estrema gratitudine nelle parole del sindaco Valente che, in riferimento a quanti si sono adoperati per il ripristino della sacra effigie della Santa Madre, ha dichiarato: "A loro va il mio ringraziamento, personale ed a nome della città intera: ripulendo la statua della Vergine hanno dimostrato d'essere valido punto di riferimento ideale, isolando con la forza dell'esempio vandali e imbrattatori vari. Sono e devono essere loro, col loro entusiasmo e l'impegno civile e sociale di cui sono portatori, il vero volto di Gravina".
14 fotoCerimonia eucaristica in onore della Beata Vergine Maria
Madonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via RagniMadonnina della piazzetta di via Ragni
  • Via Ragni
Altri contenuti a tema
8 Individuato l’imbrattatore della Madonna di via Ragni Individuato l’imbrattatore della Madonna di via Ragni Si tratta di un gravinese di 48 anni con problemi psichici
23 La Madonnina torna "Immacolata" grazie ai volontari La Madonnina torna "Immacolata" grazie ai volontari Don Peppe Logruosso: "Vi aspettiamo stasera per la celebrazione eucaristica in onore della Santa Madre"
Interventi di manutenzione straordinaria a Gravina Interventi di manutenzione straordinaria a Gravina Tra gli interventi anche l'area pubblica di San Sebastiano
Via Ragni con o senza gli ampi marciapiedi? Via Ragni con o senza gli ampi marciapiedi? Ancora riflettori puntati sulla vicenda della lunga arteria
Di Via Ragni si torna a parlare Di Via Ragni si torna a parlare La parola ai firmatari della richiesta di restringimento del marciapiede
Ancora un NO al restringimento del marciapiede in via Ragni Ancora un NO al restringimento del marciapiede in via Ragni Ode alla via alberata
Raccolta firme per il restringimento del marciapiede in via Ragni Raccolta firme per il restringimento del marciapiede in via Ragni Il signor Antonio Rucci dice di No
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.