scuolaepitaffio
scuolaepitaffio
La città

Scuola Epitaffio: il comune propone appello

“Riforma della sentenza per un risarcimento del danno che appare esorbitante”. Ricorso al secondo grado di giudizio già preannunciato da Remo Barbi

Pausa estiva. Chiusi i cancelli della scuola Epitaffio. Resta, invece, ancora aperto il contenzioso tra comune di Gravina e proprietari dei suoli su cui è stato edificato l'istituto scolastico.
Era prevedibile che le aule giudiziarie avrebbero ancora sentito parlare di quella scuola. E così sarà, non fosse altro per via del sistema giudiziario italiano estremamente garantista (tre gradi di giudizio, senza grossi "filtri" di accesso).

Il comune di Gravina ha proposto, infatti, appello avverso la sentenza dello scorso 25 maggio. In quella decisione, il Tribunale di Bari, oltre ad affermare che "l'indennizzo assicurato all'espropriato, se non deve restituire una integrale riparazione per la perdita subita, non può essere fissata in misura irrisoria, ma deve rappresentare un serio ristoro, rapportato al valore bene", condannava il comune di Gravina al pagamento di circa 3 milioni di euro come risarcimento danni ai proprietari dei suoli.

Del resto un secondo grado di giudizio lo aveva preannunciato lo stesso Remo Barbi, in una nota inviata alla redazione all'indomani della pronuncia del giudice di prime cure: "Oggi siamo alla sentenza di primo grado e come l'esperienza insegna e, soprattutto sulla base delle argomentazioni del legale del Comune, occorre senz'altro aspettare l'appello e se necessario la Cassazione prima di suonare le trombe."

L'appello verterà sulla richiesta di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di primo grado, "sussistendone gravi e fondati motivi" e sulla richiesta di riforma della sentenza "in relazione alla quantificazione del risarcimento del danno che appare assolutamente esorbitante".

Ancora una volta verranno riesaminate le "scartoffie" relative ad un processo senza fine, cominciato nel 1992 quando l'amministrazione individuava un'area di 7978 metri quadri appartenenti per la maggior parte alle famiglie Preite e Capone e approvava il progetto per la costruzione di una scuola elementare, disponendo l'avvio del procedimento per l'espropriazione dei suoli.
Da quel momento in poi la richiesta dei proprietari, che portavano il palazzo di città tutto gravinese, nelle aule dei tribunali: dichiarare inefficace il decreto di esproprio, lamentando che lo stesso fosse stato emesso oltre il termine fissato per il compimento della procedura espropriativa (iniziata il 03 luglio 1992 e scaduto il 03 luglio 1997).



  • Scuola Michele Soranno
Altri contenuti a tema
Prossimamente l'apertura di una nuova sezione della Scuola dell'Infanzia nel plesso "Michele Soranno" Prossimamente l'apertura di una nuova sezione della Scuola dell'Infanzia nel plesso "Michele Soranno" Approvata la delibera in Giunta comunale
Soranno, tutto pronto per i lavori di manutenzione Soranno, tutto pronto per i lavori di manutenzione Palazzo di città stanzia 18.000 euro
Sopralluogo del sindaco e dei tecnici comunali alla scuola “Soranno” Sopralluogo del sindaco e dei tecnici comunali alla scuola “Soranno” Al termine della visita, presi impegni precisi su interventi di manutenzione urgenti
​Sport e frutta: il connubio del benessere ​Sport e frutta: il connubio del benessere La scuola Soranno chiude in grande stile l’anno scolastico
​Efficientamento energetico per le scuole ‘Soranno’ e ‘Incannamorte': affidati gli incarichi ​Efficientamento energetico per le scuole ‘Soranno’ e ‘Incannamorte': affidati gli incarichi L'ingegnere Nicola Franzese e l'architetto Paola Lembo i progettisti.
Scuola Soranno, il sindaco risponde ai genitori Scuola Soranno, il sindaco risponde ai genitori "Il piazzale è proprietà privata"
Maltempo, disagi per gli alunni della scuola Soranno Maltempo, disagi per gli alunni della scuola Soranno Acqua e fango dinanzi alla scuola, la rabbia di una mamma
Efficientamento energetico: 140 mila euro per le scuole Soranno e Ingannamorte Efficientamento energetico: 140 mila euro per le scuole Soranno e Ingannamorte Palazzo di città seleziona i progettisti.
© 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.