Assessore Claudia Stimola
Assessore Claudia Stimola
La città

Reddito di inclusione. L'assessore Claudia Stimola: "A breve la modulistica sarà disponibile presso gli uffici comunali"

Misura adottata dal Governo in favore dei nuclei familiari più deboli

Lo scorso 29 agosto, il Consiglio dei Ministri ha approvato il Reddito di Inclusione (REI), un aiuto concreto del Governo in favore delle famiglie più deboli. "È una misura utile a constrastare la povertà. - ha esordito l'assessore al Piano Sociale di Zona Claudia Stimola - Non è da considerarsi una forma di assistenzialismo, ma una spinta per risollevare quelle famiglie che si trovano in situazione di disagio".

La misura - che sostituisce sia il SIA (Sostegno all'inclusione attiva) che l'ASDI (Assegno di disoccupazione) - entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2018 e per un periodo massimo di 18 mesi, rinnovabili dopo sei mesi di pausa, i nuclei familiari più deboli, e con un numero considerevole di componenti, potranno beneficiare di un assegno mensile tra i 190 e i 485 euro. "A breve - annuncia l'assessore - la modulistica sarà disponibile presso gli uffici comunali e, a partire dal 1° dicembre prossimo, sarà possibile presentare domanda per richiedere il contributo, che sarà concesso qualora vi siano tutti i presupposti".

I requisiti necessari per presentare la richiesta di ammissione al Reddito di Inclusione sono: attestazione ISEE non superiore ai 6mila euro; valore del patrimonio immobiliare, esclusa l'eventuale prima casa, non superiore ai 20 mila euro; valore del patrimonio mobiliare massimo di 10 mila euro.

La misura interessa un bacino d'utenza di circa 660 mila famiglie, di cui 560 mila con figli minori a carico. Priorità sarà data alle famiglie con figli minorenni o disabili, a donne in gravidanza e ai disoccupati di età superiore ai 55 anni. L'occupazione lavorativa non costituisce un limite, a condizione che rispetti i requisiti ISEE: ciò significa che anche chi lavora potrà ricevere il sussidio, purché il reddito familiare non superi i 6mila euro. "Chi nel frattempo avrà trovato lavoro - chiarisce l'assessore Stimola - continuerà a percepire questo sussidio anche se in forma ridotta e per alcuni mesi, questo proprio al fine di evitare che la gente si culli e smetta di cercare lavoro solo perché riceve questa agevolazione, ma ricordiamo che il contributo sarà concesso soltanto per 18 mesi e non vita natural durante". Non può far richiesta invece chi sta già usufruendo di ulteriori sussidi per la disoccupazione, o per quanti risultano proprietari di imbarcazioni, auto e moto immatricolati nei 24 mesi precedenti l'istanza del sussidio.

Ad oggi risultano già stanziati 1,7 miliardi di euro, che potrebbero lievitare a 2 miliardi l'anno. Il REI sarà pagato tramite una carta elettronica, la "Carta REI", la quale, oltre a permettere l'acquisto di una serie di beni, sarà idonea al prelievo di una somma pari alla metà dell'entità mensile del sussidio. Come contropartita i beneficiari saranno obbligati a partecipare a un progetto di reinserimento sociale e lavorativo - in teoria "personalizzato" - volto al superamento della condizione di povertà.
  • Reddito
  • Contrasto alla Povertà
Altri contenuti a tema
1 Contrasto alla povertà, un'alleanza tra Diocesi e Comuni Contrasto alla povertà, un'alleanza tra Diocesi e Comuni Il punto della situazione in un convegno al "Santissimo Redentore"
Piano di zona, progetti contro la povertà Piano di zona, progetti contro la povertà In esame il "pronto intervento sociale" e misure per la casa
Comuni della Murgia studiano un piano contro le povertà Comuni della Murgia studiano un piano contro le povertà Il Piano di zona parteciperà ad un avviso regionale e invita il terzo settore a fare proposte
1 Reddito di Inserimento: dal 1° dicembre, si potrà richiedere il beneficio Reddito di Inserimento: dal 1° dicembre, si potrà richiedere il beneficio La prima misura nazionale per contrastare la povertà e favorire l'inclusione sociale e lavorativa
Contributi per contrasto alla povertà e sostegno al reddito Contributi per contrasto alla povertà e sostegno al reddito In Giunta, approvata la proposta di determinazione
Le Regioni approvano il documento nazionale per contrastare la piaga della povertà Le Regioni approvano il documento nazionale per contrastare la piaga della povertà Lavoro, salute e inclusione sociale sono i piani di azione dei governi regionali
Gravina: nel 2009 "solo" 16.092 persone hanno prodotto un reddito Gravina: nel 2009 "solo" 16.092 persone hanno prodotto un reddito Lo studio è stato condotto dal sole 24 ore
Fornitura di libri per l'a.s. 2010-2011 Fornitura di libri per l'a.s. 2010-2011 Per alleviare le spese sostenute dalle famiglie meno abbienti
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.