Cardascia Varrese Lamuraglia
Cardascia Varrese Lamuraglia
Politica

Provincia: tutti pazzi per Matera

Udc e Pd a favore della soluzione materana. Più cauta ma possibilista anche Sel.

L'ipotesi dell'approdo di Gravina nella Provincia di Matera, paventata nei giorni scorsi dal consigliere provinciale Romita, registra l'appoggio di molti consiglieri comunali. Tra le motivazioni poste a sostegno della soluzione materana, oltre alle sempreverdi affinità culturali e territoriali, spicca la possibilità di rientrare nel circuito Unesco grazie all'adesione alla Basilicata.

Secondo il consigliere Udc Michele Lamuraglia, attualmente Gravina "ricopre il ruolo di ultima ruota della Provincia di Bari", ecco perché il passaggio a Matera insieme ad Altamura, Santeramo ed altri paesi del tarantino, seppur caratterizzato da un "percorso burocratico difficoltoso", sarebbe benevolo per la città. Il consigliere centrista continua affermando che "il progetto di riconoscimento Unesco potrebbe essere facilitato dall'eventuale passaggio in Provincia di Matera, città già dichiarata patrimonio dell'umanità".

Più cauto il consigliere di Sel, Vincenzo Varrese. "Personalmente condivido la strada che porterebbe Gravina verso Matera, dato che con la città dei sassi potremmo condividere molti percorsi. Sono molti gli elementi che ci accomunano con Matera, basta pensare alla battaglia sul mobile imbottito o alla politica delle gravine, senza dimenticare la recente collaborazione nella gestione del Bosco Difesa Grande. Penso, però, che azzardare previsioni in questo momento sia prematuro. Io sarei prudente. La decisione va condivisa con l'intera cittadinanza motivando i vantaggi delle diverse possibilità. Anche perché non mi sembra possibile, in tempo di tagli alle province, di costituirne una nuova".

Il consigliere Mimmo Cardascia, in orbita Pd, si appella alle "affinità territoriali, culturali ed economiche" per giustificare il passaggio alla provincia di Matera, di cui è sostenitore. "Sono favorevole da anni al trasferimento in Basilicata poiché la cittadinanza ne trarrebbe vantaggi sia per la vicinanza di Matera sia dal punto di vista economico e politico. Gravina avrebbe un peso importante nelle decisioni prese in sede provinciale. Si parlava di questa opportunità anni addietro, con il senatore Giovanniello. Attualmente siamo la periferia della Provincia barese e della Regione. La Basilicata, oltre ad essere una Regione più florida dal punto di vista economico, garantirebbe a Gravina un ruolo centrale. Sarebbe inoltre più facile attingere a fondi comunitari e, perché no, rientrare nel circuito Unesco".
  • Provincia
Altri contenuti a tema
Città Metropolitana, a settembre arriva il Consiglio Città Metropolitana, a settembre arriva il Consiglio I membri eletti tra sindaci e consiglieri dei comuni coinvolti
No all'area metropolitana, sì a Matera No all'area metropolitana, sì a Matera “Gravina, Altamura e Poggiorsini insieme per una nuova provincia”
Il ritiro delle dimissioni di Schittulli è ufficiale Il ritiro delle dimissioni di Schittulli è ufficiale Schittulli: "Ritrovata la coesione della coalizione"
Alunni diversabili: garantita l’assistenza specialistica Alunni diversabili: garantita l’assistenza specialistica La Provincia stanzia 2 milioni di euro per la continuità del servizio
Illuminazione Gravina-Dolcecanto: ok della Provincia Illuminazione Gravina-Dolcecanto: ok della Provincia Il provvedimento riguarda un tratto di 450 metri
Alla Provincia si discute dell'abolizione degli A.T.O. Alla Provincia si discute dell'abolizione degli A.T.O. Richiesto un incontro urgente con Vendola e Nicastro
Flamenco: un festival internazionale in terra di Bari Flamenco: un festival internazionale in terra di Bari Teatro della manifestazione sarà Molfetta
“Notte delle stelle 2010” “Notte delle stelle 2010” La Provincia di Bari sponsor a Berlino
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.