Voto
Voto
Politica

Legge elettorale in Puglia, salta il voto sulla doppia preferenza

Sarà il Governo Conte a far valere il principio di equa rappresentanza uomo-donna

Per mancanza del numero legale il Consiglio regionale non ha votato la riforma della legge elettorale inserendo la norma della doppia preferenza (uomo-donna) per un'equa rappresentanza di genere. La Regione era già diffidata dal Governo Conte ad adempiere per garantire questo principio e quindi sarà lo stesso Governo nazionale a far valere questa norma tramite i poteri sostitutivi.

Nella notte la seduta del Consiglio, l'ultima di questa legislatura, è stata sciolta per mancanza del numero legale. Erano stati presentati circa 2000 emendamenti di cui 1950 dalle forze di opposizione di centrodestra.

Oggi è una valanga di commenti e dichiarazioni. Il presidente della Regione Michele Emiliano si assume "la responsabilità politica di non essere riuscito a convincere la maggioranza in Consiglio ad approvare la doppia preferenza di genere che è un punto essenziale del nostro programma. In questi anni - dice -sono stati presentati alcuni disegni di legge in tal senso, in particolare dal Pd, che però non sono mai arrivati in aula arenandosi nei meandri dell'assemblea".

"Il Consiglio regionale - aggiunge - ha una sua autonomia, i poteri di un presidente si fermano davanti a quelli dell'organo legislativo, posso dare un indirizzo ma non imporre nulla. Ieri, in quell'aula, ho provato gli stessi sentimenti di sdegno che oggi tante pugliesi e tanti pugliesi stanno esprimendo. Ho già contattato in piena notte il Governo per informarlo di quanto accaduto e dando il mio pieno consenso all'emissione di un provvedimento che introduca la doppia preferenza di genere".

Secondo il sindaco Antonio Decaro di tratta di una sconfitta della politica. "Credo sia una sconfitta per la nostra regione - dice -. Se una regione non riesce ad adeguarsi a una norma nazionale che dà pari opportunità ai due generi per le elezioni, credo sia una sconfitta".
  • Donne
  • Elezioni regionali
Altri contenuti a tema
Elezioni regionali, il ringraziamento di Gianni Colangelo Elezioni regionali, il ringraziamento di Gianni Colangelo Per il sostegno ricevuto nella sua città
Regionali, a Gravina Colangelo il più suffragato Regionali, a Gravina Colangelo il più suffragato Tra sorprese e conferme ecco i più votati a Gravina
Regionali, Emiliano si conferma a Gravina Regionali, Emiliano si conferma a Gravina Tra i candidati della città Colangelo è stato il più votato
Regionali: a Gravina Emiliano avanti Regionali: a Gravina Emiliano avanti Nelle prime sezioni scrutinate Conca e Colangelo i più suffragati
1 Regionali e Referendum, percentuale votanti a Gravina Regionali e Referendum, percentuale votanti a Gravina Seggi chiusi e scrutinio in corso. Circa il 58% per regionali e 62% per referendum. Dati in crescita
Elezioni 2020: molte rinunce tra i presidenti di seggio Elezioni 2020: molte rinunce tra i presidenti di seggio Tutto pronto per operazioni elettorali. Per rispetto regole anticovid presente la protezione civile
Covid-19, modalità di voto per elettori in isolamento Covid-19, modalità di voto per elettori in isolamento Le linee guida per i votanti sottoposti a trattamento domiciliare
Elezioni regionali e referendum, nominati gli scrutatori Elezioni regionali e referendum, nominati gli scrutatori Effettuato il sorteggio in seduta pubblica
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.