Controlli sul lavoro
Controlli sul lavoro
La città

I cinque stelle denunciano l'abusivismo edilizio

Urgono maggiori controlli se si aspira ad ottenere il riconoscimento Unesco

Di anno in anno, sono sempre più i casi di abusivismo in città, riguardo la ristrutturazione di opere edili approfittando della stagione estiva - periodo in cui l'Amministrazione, Forze dell'Ordine e cittadini sono in vacanza - per eseguire i lavori senza avere il fiato sul collo degli organi competenti. E' il Movimento Gravina 5 Stelle a sollevare la questione.

A tal proposito i pentastellati esigono dall'Amministrazione che vengano effettuati maggiori controlli soprattutto in "quelle zone del centro storico e delle periferie dimenticate da tutti, che spesso sono oggetto di continuo abusivismo edile, facilitato dalla particolare collocazione urbanistica e dalla difficile accessibilità per i mezzi di controllo." In particolare, oggetto di tali interventi sono i palazzi storici, datati anche 1500, che si ergono nel centro storico di Gravina, un dato penalizzante per la città, se si pensa che ciò potrebbe compromettere il riconoscimento Unesco, ente che si occupa proprio della salvaguardia e del recupero di ambienti storicamente integri.

"Con il sorgere di balconi in cemento armato o di gazebo esterni - sottolineano gli attivisti - stiamo permettendo di modificare il valore storico del centro antico. Una soluzione efficace per agire efficacemente sul problema e facilitare il lavoro delle istituzioni sarebbe quella di istituire un canale per sollecitare la collaborazione dei gravinesi, attraverso il quale il cittadino possa, anche in maniera anonima, segnalare l'abusivismo." - e concludono - "A tal proposito è utile ricordare a tutti noi cittadini che un'opera edile è abusiva quando non viene esposto il cartello di cantiere, obbligatorio, così come prescritto nel D.P.R. 380/2001 art. 27 comma 4, nel quali siano descritti i dati sul lavoro da eseguire e le relative autorizzazioni."

Amministrazione e cittadinanza devono collaborare, questa è la sollecitazione firmata 5 Stelle, altrimenti "Di questo passo il riconoscimento Unesco resterà soltanto un miraggio."
Trentacapilli e Lama di CervoTrentacapilli e Lama di CervoTrentacapilli e Lama di Cervo
  • Lavoro nero
  • Unesco
  • Movimento 5 stelle Gravina
Altri contenuti a tema
4 "Non più circo con animali a Gravina" "Non più circo con animali a Gravina" Il Movimento 5 Stelle chiede al sindaco di bandire questo tipo di spettacoli
1 M5S: “Edificio pericolante in via Montea va messo in sicurezza” M5S: “Edificio pericolante in via Montea va messo in sicurezza” Il Movimento invita il Sindaco Valente ad emettere un’ordinanza
1 "Ruspa sul pianoro: dove sono le autorizzazioni?" "Ruspa sul pianoro: dove sono le autorizzazioni?" Le consigliere del Movimento 5 Stelle interrogano Palazzo di città su "Lumina"
Cinque stelle contro la Fondazione: "Gestione opaca" Cinque stelle contro la Fondazione: "Gestione opaca" Burdi replica: "Atti depositati al Comune"
2 Critiche rispedite al mittente dalla pentastellata Lorusso Critiche rispedite al mittente dalla pentastellata Lorusso La consigliera si difende dalle accuse di essere stampella della maggioranza
Le “vie della transumanza” proposte tra i beni dell’Unesco Le “vie della transumanza” proposte tra i beni dell’Unesco Un progetto al quale aderisce anche Gravina, snodo importante del regio tratturo Melfi-Castellaneta
Il Comune lascia l’ex sede dello Iat Il Comune lascia l’ex sede dello Iat Dal 15 aprile finisce locazione. Esultano i 5 Stelle che considerano la spesa inutile
I muretti a secco dichiarati patrimonio dell'umanità I muretti a secco dichiarati patrimonio dell'umanità Decisione dell'Unesco che premia l'Italia ed altri sette Paesi europei
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.