contrada cozzarolo
contrada cozzarolo
Territorio

Ex discarica Contrada Cozzarolo, si avvicina la bonifica

Dopo 15 anni di iter, la giunta approva il progetto esecutivo. A breve l’affidamento dei lavori

Sulla bonifica della ex cava di contrada Cozzarolo si dovrebbe essere in dirittura d'arrivo: ma quanta fatica! Una vicenda che va avanti da più di quindici anni. Tanto ci è voluto per riuscire a mettere insieme tutti gli incartamenti necessari e tutte le autorizzazioni dei vari enti interessati a vario modo nella vicenda.

Adesso, probabilmente, ci siamo. Dovrebbe, infatti, mancare solo la procedura di affidamento dei lavori per riuscire ad iniziare l'intervento di bonifica della cava tufacea che per anni, dal 1989 al 1994 è stata adibita a discarica.

Un iter burocratico reso lungo non solo dalla necessità di acquisire i vari pareri e le autorizzazioni degli enti preposti, ma anche dalla difficoltà a reperire i fondi per realizzare le opere di bonifica.

Infatti, dopo tutti questi anni, il Comune ha ottenuto solo nel marzo dello scorso anno 160mila euro provenienti dai fondi Por della Regione per azioni di tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali.

E così, dopo il piano di caratterizzazione integrativa, il percorso burocratico adesso ha visto la giunta comunale approvare il progetto esecutivo degli interventi di recupero delle aree, aprendo alla fase di affidamento delle opere di riqualificazione ambientale.
  • Discarica cozzarolo
Altri contenuti a tema
Contrada Cozzarolo, interviene la Regione Contrada Cozzarolo, interviene la Regione Il cinque maggio conferenza di servizi per chiedere lumi al comune
Contrada Cozzarolo e la bonifica solo annunciata Contrada Cozzarolo e la bonifica solo annunciata Il Gruppo Regionale dei Cinque Stelle interroga la giunta
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.