caba20-12-2012
caba20-12-2012
Associazioni

Disabili, la rabbia del Caba

Lazzari: “Per la società gravinese siamo invisibili”. Il sindaco Valente: "Ratificato il protocollo d'intesa".

Gravina non è (ancora) un paese per disabili.

E' emersa tutta l'insofferenza del mondo dei portatori di handicap gravinesi dalla riunione tenutasi giovedì presso la Pro Loco, che ospita per due ore a settimana il Comitato per l'abolizione delle barriere architettoniche. Inizialmente le autorità invitate (il sindaco Alesio Valente e l'assessore ai servizi sociali Felice Lafabiana) sono assenti e allora Urbano Lazzari, presidente del Caba, si lascia andare ad amare considerazioni: "I nostri diritti non devono essere calpestati, stiamo perdendo la pazienza. In questa città molti edifici ed esercizi sono inaccessibili ai disabili, mancano gli scivoli sui marciapiedi. Gli spazi riservati a noi lungo via Libertà vengono occupati dai mercatini di Natale. Per la società siamo invisibili".

Due in particolare le emergenze all'ordine del giorno: la questione del taxi sociale e quella di una nuova sede per il Caba: Santa Sofia, proposta come sede dall'amministrazione comunale, è ritenuta poco agibile dai disabili, che preferirebbero le aule dell'ex conservatorio di San Sebastiano. Dopo una mezz'ora arriva finalmente il sindaco Valente, recando con sé almeno una buona notizia: l'approvazione in giunta del protocollo d'intesa tra il Comune e l'associazione per l'abbattimento di una barriera architettonica al mese. Approvato in delibera anche il progetto del taxi sociale, che però ora necessita di sponsor privati per passare alla fase operativa. "Quelle aule di San Sebastiano sono destinate al progetto Life sul falco grillaio – precisa Valente – ma ci sono tanti spazi del patrimonio comunale di cui ci siamo riappropriando, come Sant'Agostino, e che possono essere destinati a funzioni sociali. Non abbiamo ereditato nulla dalle passate amministrazioni in proposito, ma siamo disponibili ad un dialogo proficuo". Nel frattempo, a dare ancora spazio al Caba sarà la Pro Loco presieduta da Fedele Raguso, dopo il rinnovo triennale del contratto di locazione della sede da parte del comune.

Infine, una nota polemica sulla mai sopita vicenda della rampa della cattedrale: "Per noi lo scivolo andava benissimo – puntualizza Lazzari - eravamo pronti al confronto con i contrari, ma non siamo mai stati interpellati. Gravina è il primo comune in Italia ad aver abbattuto un'opera per i disabili, anziché una barriera architettonica." "Ero solidale con voi – replica il primo cittadino – ma in questa città purtroppo c'è sempre qualcuno che ha da ridire. Siamo in attesa di un nuovo progetto da parte della Curia".
4 fotoIncontro di fine anno al Caba
caba20-12-2012caba20-12-2012caba20-12-2012caba20-12-2012
  • Alesio Valente
  • Felice Lafabiana
  • Urbano Lazzari
  • Caba Gravina
  • Fedele Raguso
  • Pro Loco Gravina
Altri contenuti a tema
4 Battaglia politica si sposta su bonifica della vecchia discarica Battaglia politica si sposta su bonifica della vecchia discarica Valente si difende ma Conca incalza
1 "Nel 2020 sarò sindaco se ci saranno le condizioni" "Nel 2020 sarò sindaco se ci saranno le condizioni" Valente traccia un bilancio del 2019 ma non assicura nulla per il nuovo anno
Riscoprire il Natale con gli occhi dei bambini Riscoprire il Natale con gli occhi dei bambini Il sindaco Valente porge gli auguri alla cittadinanza
1 "La minoranza non detta l’agenda politica" "La minoranza non detta l’agenda politica" Valente risponde alle opposizioni e bacchetta i suoi
Palestra in via Dante, si cerca soluzione per i bagni dei disabili Palestra in via Dante, si cerca soluzione per i bagni dei disabili Incontro a Palazzo di Città tra amministrazione e Ca.ba
3 Valente scivola ancora sulle quote rosa Valente scivola ancora sulle quote rosa Stop ai lavori di giunta
12 Rose e fiori nella Gravina targata Valente Rose e fiori nella Gravina targata Valente Il primo cittadino traccia un bilancio di sette anni di governo
"Lə Ballunə" per la festa di San Michele "Lə Ballunə" per la festa di San Michele Tradizione popolare tramandata dalla Pro Loco di Gravina
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.