consegna tablet e pc a scuole
consegna tablet e pc a scuole
La città

Didattica a distanza, Protezione civile consegna tablet e pc

Collaborazione tra scuole e volontari per portarli a casa degli studenti

La scuola chiama e la protezione civile risponde: presente. Il particolare momento causato dall'emergenza sanitaria che ha determinato la chiusura delle scuole ed il conseguente uso della didattica a distanza, ha visto le scuole correre ai ripari per consentire a tutti gli studenti di seguire le lezioni attraverso dispositivi necessari al collegamento in rete. Molti istituti, grazie ai fondi del Ministero dell'Istruzione, hanno acquistato tablet e pc da distribuire, in comodato d'uso, agli alunni di famiglie meno abbienti, che altrimenti sarebbero stati penalizzati dalla diffusione della didattica a distanza.

Una distribuzione però, che in tempo di coronavirus non può essere considerata una operazione semplice da gestire. Per questo alcuni dirigenti delle scuole di Gravina hanno chiesto aiuto alla Protezione Civile comunale per eseguire la ripartizione delle apparecchiature elettroniche. Richiesta subito accolta dal neo coordinatore del gruppo comunale volontari di Protezione, il maresciallo Simone Lamuraglia, che ha messo a disposizione mezzi e personale, in modo da eseguire le consegne nel minor tempo possibile.

E così, al momento, sono stati distribuiti 30 apparecchi informatici agli alunni del Circolo didattico "Savio- Fiore"; 25 invece quelli consegnati agli studenti della dell'I.I.S.S. "V. Bachelet-G. Galilei"; mentre 40 dispositivi sono stati dati agli allievi dell'istituto Comprensivo "Santomasi- Scacchi". "Nei prossimi giorni, sempre su indicazione dei Dirigenti Scolastici, proseguiranno le consegne disposte da altre scuole a favore dei loro studenti"- ha assicurato Lamuraglia.

Quindi, scuole e protezione civile, di concerto, hanno deciso di lavorare gomito a gomito per raggiungere un duplice risultato: riuscire a garantire il diritto della didattica a distanza e evitare assembramenti presso le scuole e spostamenti non necessari ai genitori degli alunni beneficiari dei dispositivi, così da ridurre il rischio del diffondersi del contagio da Coronavirus.

Infatti, ha sottolineato l'assessore alla Protezione Civile del Comune di Gravina, Claudia Stimola, "questa collaborazione con gli istituti scolastici, ci sta permettendo di non far spostare da casa i genitori. I devace vengono consegnati a domicilio, in totale sicurezza e nel rispetto di tutti i protocolli per il contenimento del contagio da COVID-19".
  • Scuola
  • Protezione Civile
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
1 Troppi assembramenti: il sindaco convoca i dirigenti solastici Troppi assembramenti: il sindaco convoca i dirigenti solastici Al primo giorno registrata troppa confusione davanti ai plessi di primarie e medie
Scuole: completati i lavori di adeguamento degli spazi Scuole: completati i lavori di adeguamento degli spazi Ultimati gli interventi di edilizia leggera in base alla normativa anti–Covid 19
Scuole, ordinanza per riapertura il 25 settembre Scuole, ordinanza per riapertura il 25 settembre Per i plessi in cui si terranno le elezioni. Decisione del Comune
Coronavirus: registrato il quarto caso Coronavirus: registrato il quarto caso A Gravina la situazione è sotto controllo
Covid-19, modalità di voto per elettori in isolamento Covid-19, modalità di voto per elettori in isolamento Le linee guida per i votanti sottoposti a trattamento domiciliare
Coronavirus: Polizia locale vigilerà sulle quarantene Coronavirus: Polizia locale vigilerà sulle quarantene Firmato un accordo tra Anci Puglia e Regione
Coronavirus: a Gravina i casi restano tre Coronavirus: a Gravina i casi restano tre La situazione è sotto controllo
Tutti in campo con la protezione civile Tutti in campo con la protezione civile Domenica formativa con il gruppo di volontari
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.