deiezioni canine
deiezioni canine
La città

Deiezioni canine e il dilagare dell'inciviltà

Strade sporche e maleodoranti a portata di turista

L'inciviltà si sa è difficile combatterla, ma spesso qui a Gravina prende veramente il sopravvento.

Si parla di una città che punta a essere regina per cultura e turismo, ma alcuni gravinesi si dimenticano che per far sì che ciò avvenga, bisogna partire dalle cose più semplici.
Passeggiando per le vie della città si possono scoprire sgradevoli sorprese che possono rovinare la giornata, a meno che non si è particolarmente scaramantici. Stiamo parlando degli innumerevoli escrementi d'animali che puntualmente sono presenti tra le vie di Gravina.
In effetti passeggiando su strade importanti come via san Domenico, via Emilio Guida, via Vincenzo Ragni e corso Aldo Moro si è costretti a effettuare brusche frenate e deviazioni per evitare di schiacciare le deiezioni canine che in realtà dovrebbero essere raccolte dai proprietari dei cani e buttate nella spazzatura.

Ovviamente non si può fare di tutta l'erba un fascio ed è giusto dar merito a quei padroni che amano i propri animali e soprattutto la propria città, raccogliendo le feci di fido e tenendo pulite le strade ma a far notizia, purtroppo, sono le persone che, per pigrizia e svogliatezza, evitano di fare il proprio dovere.
Situazione sgradevolissima si nota anche nella Pineta comunale. La mattina, tra il verde dei pini, ciò che dovrebbe essere una "corsa all'aria aperta" si trasforma in un "salto all'ostacolo". Se il problema del randagismo è reale, quanto meno la cittadinanza può e deve aiutare l'ambiente, raccogliendo gli escrementi del proprio amico a quattro zampe. Un passo in più porterebbe sicuramente più pulizia e senso civico in città.
"Spesso ci troviamo a correre in condizioni veramente disagiate, oltre a dover evitare la cacca dei cani, sentiamo anche un cattivo odore che certo non fa bene rispetto all'aria che si dovrebbe respirare all'interno della Pineta", spiega la giovane Sara che spesso frequenta il parco.

Su via san Domenico, la signora Maria, proprietaria di un'attività, è stata costretta a raccogliere gli escrementi poiché ostruivano il passaggio dei clienti all'ingresso del negozio. La vigilanza, che dovrebbe sorvegliare le eventuali inadempienze, spesso non è attiva nell'intervento, pertanto risulta facile svignarsela per coloro che non utilizzano il sacchetto per la raccolta.
Insomma un po' di cura certo non farebbe male se vogliamo che Gravina cresca e che possa puntare ad essere un centro culturale e turistico di prima fascia.

a cura di Dario Sette
  • Strade
  • Cani
  • Escrementi
Altri contenuti a tema
Come prendersi cura degli animali domestici con l'emergenza Come prendersi cura degli animali domestici con l'emergenza Non possono diventare pretesto per uscire di casa né un peso di cui liberarsi
3 Intensificati i controlli stradali di Pasqua e Pasquetta Intensificati i controlli stradali di Pasqua e Pasquetta Per evitare le gite e gli spostamenti. Pattugliata l'area del bosco
1 Stasera disinfestazione straordinaria Stasera disinfestazione straordinaria L’intervento rientra nelle iniziative per il contrasto alla diffusione del coronavirus
6 Statale 96, finalmente è finita Statale 96, finalmente è finita Aperto il tratto di Mellitto. Regione Puglia: "Raddoppiare la Tarantina"
3 L'emergenza sicurezza sulla "Tarantina" arriva sul tavolo del ministro L'emergenza sicurezza sulla "Tarantina" arriva sul tavolo del ministro Valente ricevuto da De Micheli. Movimento 5 stelle organizza un altro incontro a Roma
Puglia, approvata legge su randagismo e benessere degli animali Puglia, approvata legge su randagismo e benessere degli animali Per gli "amici a quattro zampe" libero accesso a parchi, luoghi pubblici, negozi e mezzi pubblici
Rendere più sicura la "Tarantina", una priorità per tutti Rendere più sicura la "Tarantina", una priorità per tutti Ma quale sarà la soluzione? Resoconto dell'incontro a Gravina
4 Un coordinamento per la “Tarantina” Un coordinamento per la “Tarantina” Rappresentanti locali delle istituzioni e sindacati sollecitano interventi urgenti sulla sp27
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.