Francesco Langiulli
Francesco Langiulli
La città

“Io torno a casa in moto”

Un invito a non affollare i mezzi pubblici per evitare il diffondersi dei contagi

Obiettivo: "sensibilizzare chi si metterà in viaggio durante queste ore a scegliere il mezzo migliore e di fare attenzione in ogni caso perché altrimenti non ne usciamo più".

Questo lo spirito con cui Francesco Langiulli ha scritto una mail alla nostra redazione per invitare tutti coloro che rientrano a casa da fuori città alla massima attenzione per ridurre il rischio dei contagi da coronavirus.

Lui ha scelto di viaggiare in moto, evitando di andare ad intasare i mezzi pubblici, letteralmente presi d'assalto da coloro che, vivendo per studio o per lavoro fuori Gravina, si sono organizzati per fare rientro nella propria città in occasione delle festività natalizie. Una testimonianza di un gravinese trapiantato per lavoro da diversi anni a Milano e che per queste festività natalizie, a differenza di quanto fatto in passato, ha deciso di viaggiare in modo alternativo.

"Quest'anno, diversamente dagli anni scorsi, ho fatto la scelta di non tornare a Gravina in aereo o treno o autobus, ma sono sceso in solitaria in moto per ridurre al minimo i contatti e salvaguardare la mia famiglia"- ha dichiarato Langiulli. Una scelta responsabile che il diretto interessato spiega. "Durante ogni festività sono in migliaia a tornare dal nord per riabbracciare i propri cari ma il problema è che, nonostante tutti siamo ci siamo tamponati prima di partire, il rischio è sempre quello di portare il virus a casa, semplicemente usando i mezzi di trasporto che durante questi giorni sono stati strapieni". Di qui l'invito alla prudenza ed a mettere in atto comportamenti che non mettano a rischio la salute dei propri cari e degli abitanti della città, scegliendo un atteggiamento responsabile, a partire dai mezzi di trasporto che si utilizzano negli spostamenti per il rientro presso la propria abitazione, "perché – conclude Langiulli- è importante anche come si torna al sud".
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Covid, riattivato sostegno psicologico Covid, riattivato sostegno psicologico Un servizio di primo ascolto telefonico per supportare chi ha bisogno di aiuto psicologico
Coronavirus, scende ancora numero dei positivi Coronavirus, scende ancora numero dei positivi Ma non bisogna abbassare la guardia
Scuola in sicurezza con le squadre del tracciamento sanitario Scuola in sicurezza con le squadre del tracciamento sanitario La proposta della giunta regionale pugliese
Mons. Ricchiuti in visita ai reparti Covid della diocesi Mons. Ricchiuti in visita ai reparti Covid della diocesi Visite all'ospedale della Murgia e al Miulli
Covid: divieti prorogati per un mese Covid: divieti prorogati per un mese Le ordinanze del sindaco valide fino al 15 febbraio
Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Ordinanza del sindaco per il plesso in corso Vittorio Emanuele II
La Puglia torna in zona arancione La Puglia torna in zona arancione In base ai parametri sanitari dell'emergenza Covid19
1 Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Quasi completata all'ospedale della Murgia, ora i medici
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.