Vacanze
Vacanze
Ospedale e Sanità

Aumento di contagi Covid 19, nuove regole per i rientri in Puglia

Emiliano firma ordinanza per ritorni da Spagna, Grecia e Malta

Nuove regole per i rientri in Puglia dall'estero. L'innalzamento del numero di contagi registrato negli ultimi giorni (solo oggi sono ben 16 in provincia di Bari) ha costretto il governatore della Puglia, Michele Emiliano, ad emanare una ordinanza per monitorare i rientri nella regione.

In particolare, le circostanze che hanno portato a tale decisione riguardano i rientri in Puglia da nazioni estere (nello specifico Spagna, Grecia e Malta) che in questi giorni hanno fatto registrare una recrudescenza dei contagi. Una ripresa della circolazione del virus diffusa soprattutto tra i giovani di rientri da queste nazioni dopo soggiorni-vacanze, o vacanze studio.

Per questo motivo è necessari attivare una rete di controllo più capillare e mettere in campo specifiche misure urgenti di prevenzione e contenimento del contagio sul territorio regionale pugliese.

Al momento non si registrano criticità, anche grazie all'operazione di costante screening e diagnosi precoce dell'infezione che in questo modo evita un nuovo sovraccarico dei servizi sanitari di assistenza- dicono dalla Regione, che però ha deciso di adottare alcune misure precauzionali per evitare il peggio.

Così da oggi, 12 agosto, chiunque dovesse rientrare in Puglia da Spagna, Malta e Grecia, dovrà obbligatoriamente segnalare il proprio arrivo nella regione e rendere le informazioni richieste, utilizzando l'apposito modello di auto-segnalazione disponibile sul sito istituzionale della Regione Puglia; dovrà comunicare il proprio rientro al medico curante oppure al servizio di sanità pubblica territorialmente competente; sarà costretto ad osservare un periodo di 14 giorni di isolamento fiduciario presso il proprio domicilio e non potrà effettuare viaggi o spostamenti.

Inoltre, corre l'obbligo di rimanere raggiungibili per ogni attività di sorveglianza e, in caso di comparsa di sintomi, bisognerà avvertire immediatamente il proprio medico, oppure le strutture di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.
La mancata osservanza degli obblighi prescritti nella ordinanza, costituisce reato e sarà punita con sanzioni.
  • Regione Puglia
  • Michele Emiliano
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Ordinanza del sindaco per il plesso in corso Vittorio Emanuele II
La Puglia torna in zona arancione La Puglia torna in zona arancione In base ai parametri sanitari dell'emergenza Covid19
1 Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Quasi completata all'ospedale della Murgia, ora i medici
Un tributo per le vittime del Covid Un tributo per le vittime del Covid A chiederlo all’amministrazione comunale è la Lega di Gravina
Una settimana in zona gialla Una settimana in zona gialla Le disposizioni in atto per la Puglia
1 Covid, contagi rallentano ma restano le ordinanze Covid, contagi rallentano ma restano le ordinanze Su stazionamento, ztl, strisce blu, parchi e cimitero
6 Nucleare: area scelta è a ridosso del bosco di Gravina Nucleare: area scelta è a ridosso del bosco di Gravina Unanime il "no" della politica: commenti di Emiliano, Stea, Lega e Pd
Didattica a distanza a scelta, Regione vuole prorogare ordinanza Didattica a distanza a scelta, Regione vuole prorogare ordinanza Convocati i sindacati per discutere il provvedimento
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.