rifiuti ben conferiti
rifiuti ben conferiti
La città

Raccolta differenziata, assessore Calculli risponde a Conca

“Non c'è nessuna nuova metodologia di conferimento dei rifiuti"

Non si è fatta attendere la risposta dell'assessore al decoro e all'igiene urbana Paolo Calculli, tirato in ballo dal movimento politico di Mario Conca "Cittadini Gravinesi" che chiedeva lumi, non senza polemica, sulle modifiche alle disposizioni per il conferimento dei rifiuti nella raccolta porta a porta. Pronta la replica dell'assessore, che ha voluto fare chiarezza sulla vicenda.

"Non c'è nessuna nuova metodologia collettiva ma, purtroppo, ci sono ancora metodologie personali e non convenzionali di esposizione dei rifiuti, che vanno eliminate" -sottolinea con tono polemico l'assessore, che giustifica poi alcune indicazioni che erano state fornite all'inizio dell'emergenza sanitaria causata dal covid.

"In piena ondata pandemica, lo scorso anno, si invitarono i cittadini ad evitare rifiuti e buste fuori dalle pattumelle, perchè gli operatori non potevano rischiare eventuali contagi da contatto con buste di rifiuti". Ecco spiegato il motivo per cui si invitava la popolazione ad evitare di lasciare buste al di fuori degli appositi contenitori.

I casi portati ad esempio da "Cittadini Gravinesi", secondo l'assessore, rappresenterebbero entrambi un'errata esposizione dei rifiuti. "Nel primo caso- spiega Calculli- si vede una pattumella di indifferenziato svuotata con accanto una busta che presenta all'interno rifiuto misto e differenziabile quale contenitore in canapa, abiti usati e quant'altro; nel secondo caso una serie di cartoni esposti su strada senza pattumella e per di più, mista ai cartoni, una busta in plastica con probabile rifiuto in carta all'interno".

Da qui l'invito di Calculli a rispettare le procedure per la raccolta differenziata porta a porta, ricordando che i rifiuti vanno posti nelle pattumelle, ma nel caso in cui ci fosse un eccesso di rifiuti, "gli stessi si possono tranquillamente lasciare sopra i contenitori, o a lato della stessa in busta chiusa trasparente, evitando categoricamente i bustoni neri". Invece- conclude l'assessore -"carta e cartoni di piccole dimensioni, in eccesso rispetto a quanto messo in pattumella, vanno posti in busta di carta e non di plastica, mentre i cartoni di grandi dimensioni vanno conferiti al centro di raccolta".
raccolta differenziataraccolta differenziata
  • Raccolta differenziata
  • Rifiuti
  • Paolo Calculli
Altri contenuti a tema
Rifiuti ingombranti: per due giorni non si possono conferire Rifiuti ingombranti: per due giorni non si possono conferire Garantito invece il porta a porta
1 Progetto “Mangia plastica”: il Comune partecipa Progetto “Mangia plastica”: il Comune partecipa Circa 30mila euro per l'acquisto di un eco compattatore ad alta capacità
11 Lunedì si ferma la raccolta differenziata Lunedì si ferma la raccolta differenziata Per uno sciopero nazionale. Non ci sarà nemmeno lo spazzamento stradale
Gravina si conferma Comune riciclone Gravina si conferma Comune riciclone Per aver superato il 65% di raccolta differenziata
Ancora rifiuti abbandonati nel bosco Ancora rifiuti abbandonati nel bosco Denuncia dell’associazione bosco Difesa Grande
Comuni “Mangia Plastica”, Gravina vuole aderire Comuni “Mangia Plastica”, Gravina vuole aderire Interrogazione di Colavito, risposta dell’assessore Gramegna
Rifiuti in periferie e aree extraurbane: intesa Regione - Anci Rifiuti in periferie e aree extraurbane: intesa Regione - Anci Accolte richieste dei sindaci della città metropolitana di Bari
1 TTG Rimini, Gravina non partecipa al salone del turismo TTG Rimini, Gravina non partecipa al salone del turismo Assessore Calculli: “Abbiamo fatto altre scelte”
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.