venditori ambulanti
venditori ambulanti
Politica

"Commercio ambulante sempre più abusivo e senza regole"

I consiglieri Lovero e Simone richiamano l'attenzione del governo cittadino

Si al commercio ambulante ma a patto che si rispettino le regole. Queste le richieste dei consiglieri comunali Ignazio Lovero e Ezio Simone che hanno chiesto ufficialmente nelle sedi competenti, prima, e attraverso una nota stampa, poi, maggiore attenzione da parte della pubblica amministrazione sulla questione.

Il commercio ambulante è infatti normato dal Codice del commercio approvato dal consiglio comunale nel 2016 che pur consentendo la vendita dei prodotti alimentari per strada, impone determinate regole.

Innanzitutto il regolamento stabilisce che "l'esercizio del commercio in forma itinerante può essere svolto con l'esposizione della merce esclusivamente sul mezzo adibito al trasporto della stessa ed è consentito a condizioni che la sosta dei veicoli sia compatibile con le disposizioni che disciplinano la circolazione stradale".

Inoltre nello stesso testo si fa esplicito divieto di vendita con l'uso di bancarelle e l'esposizione della merce esternamente al mezzo, integrando tale ipotesi quella del commercio su posteggio senza la prescritta autorizzazione e quindi totalmente abusivo". E ancora "Il titolare di autorizzazione per il commercio in forma itinerante non può sostare nello stesso punto se non per il tempo necessario per servire il cliente".

Regole che secondo i due consiglieri sono rimaste solo tra le pagine del regolamelo senza trovare effettivo riscontro nella realtà poiché sono diverse le segnalazioni di commercianti che sostano, quotidianamente, dalla mattina al primo pomeriggio in determinati luoghi del paese, occupando abusivamente il suolo pubblico, espongono la merce esternamente al mezzo e creano disagi alla circolazione stradale, fermandosi anche in zone non consentite.

Della questione sono stati informati gli organi competenti tra cui la Polizia locale e l'assessorato oltre al primo cittadino ma ad oggi nulla sarebbe stato tentato per arginare un fenomeno che somiglia sempre più al commercio abusivo.

"Malgrado la garanzia di un'azione prolifica che avrebbe dovuto ripristinare l'ordine e la legalità, a noi sembra che il primo cittadino creda di vivere in un clima di perenne campagna elettorale, caratterizzato da promesse che non saranno mantenute" scrivono Simone e Lovero auspicando un intervento celere da parte della pubblica amministrazione per imporre il rispetto delle regole .
  • Commercio
  • Ambulanti abusivi
Altri contenuti a tema
Sequestro di scarpe e capi abbigliamento con marchi contraffatti Sequestro di scarpe e capi abbigliamento con marchi contraffatti Intervento della Guardia di Finanza durante la festa patronale di San Michele
Duc, l'assessore Capone presenta il piano ai sindaci Duc, l'assessore Capone presenta il piano ai sindaci Il Distretto del commercio fondamentale per rilanciare l'economia pugliese
Rosamaria Derosa nel Consiglio della Camera di Commercio Rosamaria Derosa nel Consiglio della Camera di Commercio L'imprenditrice gravinese nominata in quota Cna
Saldi al via dal 3 gennaio Saldi al via dal 3 gennaio Sconti in anticipo per stimolare i consumi e aiutare il settore del commercio
Come far vivere il centro storico anche d’inverno? Come far vivere il centro storico anche d’inverno? "Tavoli all’aperto tutto l’anno"
Chi ha autorizzato la svendita fallimentare in fiera? Chi ha autorizzato la svendita fallimentare in fiera? Confesercenti e Confcommercio chiedono tutela per i commercianti
Contrastare il commercio abusivo: questo l’intento di Artal Contrastare il commercio abusivo: questo l’intento di Artal Stretta collaborazione tra Comune e Polizia
Dibattista contro gli ambulanti abusivi Dibattista contro gli ambulanti abusivi L'assessorato alle attività produttive cerca soluzioni
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.