Casa
Casa
La città

Canone di locazione: 15 settembre, termine ultimo per richiedere il contributo integrativo

Ecco chi può presentare domanda

È fissato al 15 settembre 2017, entro e non oltre le ore 12.00, il termine ultimo per la presentazione delle domande per richiedere il contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione di competenza "Anno 2015".

Il richiedente dovrà dichiarare:
  • di essere cittadino italiano o cittadino di uno stato appartenente all'Unione Europea o, nel caso di extracomunitari, di essere in possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni in Italia ovvero da almeno 5 anni in Puglia;
  • di essere stato residente nel Comune di Gravina in Puglia nell'anno 2015 e che l'abitazione condotta in locazione non si trova in zona di pregio, ma è in cattive condizioni (gli infissi non sono in buono stato, manca o non funziona il riscaldamento/l'autoclave/l'ascensore...);
  • di non avere legami di parentela e affinità – genitori, figli, fratelli, nonni e nipoti, coniuge, suoceri, generi, nuore e cognati – con il locatario;
  • di non essere titolare, per l'anno 2015, del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione in tutto il territorio nazionale, su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, fatto salvo il caso in cui l'alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un provvedimento del Sindaco che dichiari l'inagibilità ovvero l'inabitabilità dell'alloggio, oppure nel caso la titolarità sia relativa alla nuda proprietà.
Per usufruire del supporto finanziario inoltre sarà necessario dimostrare che il reddito complessivo del nucleo familiare conseguito nel 2015 non sia superiore all'importo di €13.049,14 (pari a due pensioni minime INPS) oppure sia inferiore a €15.250,00, nel caso in cui il reddito sia diminuito di €516,46 per ogni figlio che risulti essere a carico. Se al totale, contribuiranno anche degli stipendi di lavoratori dipendenti, allora sarà necessario detrarvi il 60%. In più, vanno necessariamente computati – pena l'esclusione – eventuali sussidi, indennità e contributi socio-assistenziali (come assegni di cura, o quelli per le ragazze madri e per i libri scolastici). Potranno beneficiare dei contributi integrativi i lavoratori autonomi in condizioni di debolezza sociale: almeno tre figli minorenni a carico; un ultra sessantacinquenne e/o soggetto disabile (con disabilità >74%); nucleo famigliare monogenitoriale; due figli maggiorenni disoccupati o studenti.

È obbligatorio allegare alla domanda:
  • una copia del documento d'identità del richiedente in corso di validità;
  • una copia del contratto di locazione regolarmente registrato;
  • una copia della ricevuta di versamento tassa di registro del contratto relativa all'anno 2015 documentazione attestante la scelta dell'opzione della cedolare secca.
Solo per i Nuclei Famigliari che dichiarano reddito "ZERO" e/o nel caso in cui l'incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore al 90%, anche: la dichiarazione del richiedente che attesti la fruizione di assistenza dei Servizi Sociali del Comune, o la dichiarazione relativa alla fonte accertabile del reddito che ha contribuito al pagamento del canone, o – nel caso in cui il richiedente dichiari di ricevere sostegno economico da altro soggetto – l'indicazione delle generalità di quest'ultimo e autocertificazione del medesimo che attesti la veridicità del sostegno fornito e l'ammontare del reddito percepito dal proprio Nucleo Famigliare, che deve essere congruo rispetto al canone versato.

La domanda può essere consegnata a mano presso l'ufficio Protocollo del Comune di Gravina in Puglia, o per mezzo di Posta Elettronica Certificata oppure mediante raccomandata, indirizzandola direttamente al Sindaco, Alesio Valente.

Di seguito, il modulo della domanda.
  • Canone di locazione
Altri contenuti a tema
Sostegno all’accesso ai canoni di locazione: dalla Regione 108.000 euro Sostegno all’accesso ai canoni di locazione: dalla Regione 108.000 euro Il Comune attinge al bilancio e stanzia altri 40.000 euro
Il Comune contribuisce agli affitti Il Comune contribuisce agli affitti 41.375,46 euro per il canone di locazione.
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.