112
112
Territorio

Anche in Puglia arriva il numero unico delle emergenze

Previste 143 assunzioni per gestire il 112

Arriva anche in Puglia il numero unico di emergenza, 112. Si partirà entro la prossima estate dalle province di Bari e Foggia per poi passare al Salento. La Puglia si adegua dunque alle normative europee ed entro il prossimo anno dovrà «smantellare» l'attuale rubrica telefonica dei servizi di polizia e di pronto intervento. La notizia è emersa durante la Conferenza regionale delle autorità di pubblica sicurezza, nel corso della quale si è fatto il punto con i prefetti pugliesi delle attività dopo la firma di un protocollo di intesa tra Regione e ministero dell'Interno.

Il meccanismo europeo prevede che sarà il centralino unico, cui viene affidato il numero 112 oggi assegnato ai carabinieri, a smistare le chiamate dei cittadini: le telefonate verranno girate, a seconda delle necessità e dopo la localizzazione del chiamante, o alle forze di polizia, o ai vigili del fuoco oppure ai servizi di soccorso (l'attuale 118). Questo comporta l'attivazione di tre nuove centrali operative che verranno gestite dalla Regione: in altre parti d'Italia si è deciso di ampliare le sale che si occupano del servizio di emergenza sanitaria. Dopo l'attivazione del numero unico, tutte le chiamate fatte al 112 (ma anche al 113, al 115, al 117 e al 118) verranno automaticamente girate a questa nuova struttura.

Le tre sale operative del numero unico 112 verranno attivate nelle sedi di protezione civile della Regione, cioè Bari, Foggia (nell'aeroporto) e a Campi Salentina. Per il loro funzionamento verranno assunte 143 persone. Il vicepresidente della Regione, Antonio Nunziante, ha proposto che siano le forze dell'ordine a occuparsi della formazione degli addetti al servizio.

«L'idea - dice Nunziante - è stata accolta dai prefetti, che la riporteranno nelle riunioni provinciali dei Comitati per l'ordine e la sicurezza». L'idea è che si parta entro agosto con Bari e Foggia, poi con il Salento: Nunziante ha già reperito la copertura finanziaria per le assunzioni del personale, che prevederanno una procedura di concorso a tempo indeterminato.
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
La Giunta regionale ri-finanzia il Red La Giunta regionale ri-finanzia il Red 36 Milioni di euro per il Reddito di Dignità. Si estende la platea dei beneficiari
Coronavirus, Regione pronta a sostenere l’economia Coronavirus, Regione pronta a sostenere l’economia Ecco le prime misure scelte per fronteggiare l'emergenza delle imprese
Il coronavirus ha già fatto ingenti danni al turismo e alla cultura Il coronavirus ha già fatto ingenti danni al turismo e alla cultura La Regione Puglia scrive al Governo per interventi straordinari
Puglia, approvata legge su randagismo e benessere degli animali Puglia, approvata legge su randagismo e benessere degli animali Per gli "amici a quattro zampe" libero accesso a parchi, luoghi pubblici, negozi e mezzi pubblici
Regionali: 5 stelle, ballottaggio tra Conca e Laricchia Regionali: 5 stelle, ballottaggio tra Conca e Laricchia Per la scelta del candidato presidente
Elezioni in Puglia, i 5 stelle scelgono con le "regionarie" Elezioni in Puglia, i 5 stelle scelgono con le "regionarie" In lizza pure candidati di Altamura e Gravina
Gravina tra i Comuni vincitori del bando regionale “Puglia Partecipa” Gravina tra i Comuni vincitori del bando regionale “Puglia Partecipa” Al Comune 16.000 euro per incoraggiare la cittadinanza attiva
Il nuovo Consiglio regionale apre le porte alle scuole Il nuovo Consiglio regionale apre le porte alle scuole Visite a partire da gennaio
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.