sossio banda
sossio banda
Eventi e cultura

Sossio Banda, un anno dopo Sugne

Presentato a Bari il video ufficiale.

Ad un anno dall'uscita di "Sugne", primo album della gravinese Sossio Banda, il cerchio onirico si chiude.

"E' passato un anno da quando abbiamo presentato Sugne, questa è la conclusione di un progetto maturo", racconta Francesco Sossio Sacchetti, voce e fiato della Sossio Banda. "Il video parla di integrazione. Ci sono simboli che rimandano alla chiusura mentale, ad esempio c'è la ballerina che fa pensare alla leggerezza, il parroco che strappa il libro per liberarsi dalle catene convenzionali, il quale non rappresenta necessariamente la religione, ma le istituzioni o chiunque abbia dei pregiudizi", continua, "ci sono l'immigrato ed il trans, tutto quello che possiamo considerare diverso".

Il video è prodotto da Tricks Records, la Contemporanea, Muretti a secco, con il contributo della Banca Popolare di Puglia e Basilicata e con la regia di Natascia Abbattista. "Natascia ha interpretato a modo suo l'idea di uguaglianza", aggiunge il musicista, soddisfatto anche del successo riscosso per la presentazione barese presso la Mediateca Regionale Pugliese: "E' andata molto bene. In poche ore il filmato ha avuto circa 500 condivisioni, questo significa che si tratta di un prodotto fatto bene".

La Sossio Banda - insieme a Francesco Sossio Sacchetti (sax, clarinetto, fiati tradizionali e voce) Loredana Savino, (voce), Tommaso Colafiglio (chitarra), Giorgio Albanese (fisarmonica), Francesco Leoce (basso acustico), Michele Marrulli (tamburi a cornice) e Pino Basile (darabouka, riq, bendir, canjira, duff e cupa cupa) - ha collezionato numerosi riconoscimenti, calcando palchi italiani e stranieri. "Siamo candidati a Le Targhe Tenco 2014, nella sezione degli album in dialetto. Parte del ricavato l'abbiamo devoluto a Terre Joniche - Libera terra che si occupa di dare una nuova vita ai terreni confiscati alla mafia e a chi ci lavora". "Conclusa questa fase, credo che per i prossimi due anni lavoreremo al nuovo album e ovviamente continueremo sempre a suonare".

"Sugne" nasce dalla contaminazione tra culture musicali diverse, delle quali sono portatori gli stessi componenti del gruppo. La world music della Banda, ha una matrice popolare che si innesta nelle sonorità e nei testi inediti in dialetto che descrivono la vita, le criticità e le speranze del popolo alto murgiano. Un linguaggio antico ma non arcaico, che si adatta a temi attualissimi. "Il sogno è che ricominci a scorrere il torrente che adesso sembra essere più un pantano", commenta l'artista riferendosi al torrente che attraversa la gravina, "chiaramente è una metafora ma vorremmo che inizi a scorrere un po' d'acqua, che circolino le idee. Creare più consapevolezza della nostra identità, anche musicale e attraverso questa operazione esportare la nostra musica, quella murgiana. Questo comporterà anche un ritorno d'immagine".

"Riscattare questa terra di frontiera unica, bellissima sotto tutti i punti di vista". Il sogno di un riscatto, questa l'essenza di un album costruito testo dopo testo sulla visione di una realtà diversa, migliore. E sebbene in "Ammìdie", l'invidia rifiutata prometta di tornare, Sossio si augura: "Speriamo che ci sia più collaborazione, una svolta nella mentalità, scacciamola definitivamente l'invidia".
Social Video7 minutiSugne - Sossio Banda (videoclip ufficiale)Tricks Produzioni
  • Sossio Banda
Altri contenuti a tema
Un'altra vittoria per la Sossio Banda Un'altra vittoria per la Sossio Banda Prima classificata all'International Folk Contest Etnie Musicali
Sossio Banda, Tricarico e Audio 2: i concerti della Fiera Sossio Banda, Tricarico e Audio 2: i concerti della Fiera Il tributo degli artisti per Andrea Riviello
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.