Carabinieri arresto
Carabinieri arresto
Cronaca

Sorpresi a rubare in un panificio

Arrestati due 39enni gravinesi. I malviventi sono stati traditi dalle telecamere

Elezioni Regionali 2020
Si sono impossessati del denaro presente in cassa, ma sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza, quindi riconosciuti immediatamente ed acciuffati. Si tratta dei 39enni M.T. e G.M., entrambi di Gravina e già noti alle Forze dell'Ordine, arrestati lunedì dai Carabinieri con l'accusa di furto aggravato in concorso.

Il fatto si è verificato nella tarda mattinata quando in un panificio di largo San Francesco sono entrati due individui, appostatisi nei pressi del registratore di cassa. Approfittando di un attimo di distrazione della titolare, impegnata a servire altri clienti, uno si è piazzato per fungere da "palo" e l'altro ha rapidamente aperto la cassa impossessandosi del denaro contenuto. Conclusa l'operazione in pochi secondi, entrambi si sono dileguati a gambe levate, facendo perdere le proprie tracce.

Chiamate tramite il 112, sul posto sono piombate due pattuglie dell'Arma, una delle quali, ricevute indicazioni sulle caratteristiche fisiche dei ladri, si è posta sulle loro tracce. Altri militari, invece, appreso dell'esistenza di un impianto di videosorveglianza installato nel negozio, hanno visionato le immagini registrate, riuscendo in tal modo ad individuare i due ladri, a loro ben noti.

M.T., infatti, è stato subito dopo rintracciato presso la propria abitazione. Alle domande rivoltegli dai militari, ha ammesso le proprie responsabilità ed è quindi stato tratto in arresto.

G.M., invece, è stato rintracciato alcune ore più tardi in corso Di Vittorio. Accortosi della pattuglia, nel tentativo di sottrarsi alla cattura, si è nascosto sotto una panchina. Una volta fermato, l'uomo ha strattonato violentemente i militari, sferrando calci e pugni all'impazzata e riuscendo, in tal modo, a guadagnare la fuga, ma solo temporaneamente, poiché è stato bloccato e tratto in arresto.

La refurtiva, pari a circa 200 euro, è stata recuperata e restituita alla legittima proprietaria, grata ai carabinieri per la tempestività e l'efficacia dell'intervento. I due ladri, invece, sono stati rinchiusi nel carcere di Bari.

  • Arresto
  • Forze dell'Ordine
Altri contenuti a tema
Minacce al Comune e alla Polizia locale, uomo arrestato a Poggiorsini Minacce al Comune e alla Polizia locale, uomo arrestato a Poggiorsini Indagine dei Carabinieri per una serie di episodi
Arrestati dai Carabinieri due giovani pusher Arrestati dai Carabinieri due giovani pusher Avevano allestito un negozio della droga nel centro storico
Possesso di droga, arrestati due ventenni Possesso di droga, arrestati due ventenni Sono stati bloccati dai carabinieri dopo un inseguimento
1 Manette ai polsi per uno spacciatore Manette ai polsi per uno spacciatore Bloccato dai carabinieri nei pressi di un supermercato
4 Coronavirus, 30 denunce in operazione straordinaria di controllo Coronavirus, 30 denunce in operazione straordinaria di controllo Azione congiunta di Polizia di Stato, Polizia locale e Carabinieri per il rispetto delle norme
Minaccia operatrice di comunità educativa e fugge, arrestato 17enne Minaccia operatrice di comunità educativa e fugge, arrestato 17enne Per due volte si è allontanato da centro di Gravina. Rintracciato a Bitonto
Controlli antidroga, altro "pusher" in manette Controlli antidroga, altro "pusher" in manette Arrestato in casa dai Carabinieri
1 Spaccio di droga in pieno centro, un arresto Spaccio di droga in pieno centro, un arresto Attività svolta dal Commissariato di Polizia
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.