Vito Terrone, Incatenato al Comune
Vito Terrone, Incatenato al Comune
Cronaca

Sicurezza in centro, un genitore si lega ai cancelli del Comune

Dopo l’ennesima rissa provocata da un gruppo di ragazzi

Si lega ai cancelli di Palazzo di Città chiedendo maggiore sicurezza per il territorio. A compiere l'atto di protesta, dopo l'ennesimo episodio di violenza avvenuto ieri sera ad opera di un gruppo di ragazzi, è stato Vito Terrone, il genitori di una ragazza adolescente che nell'inverno scorso era stata vittima del gruppo di giovanissimi teppisti, finendo all'ospedale con una costola rotta.

Un fenomeno che negli ultimi tempi ha avuto una nuova recrudescenza. Un fenomeno, quello delle minigang, che si sta intensificando e che preoccupa un gruppo di genitori che hanno supporto Vito nella sua protesta. A far scattare la molla, l'ennesimo episodio registratosi nella tarda serata di ieri che ha convinto Vito ad incatenarsi ai cancelli del Municipio in segno di protesta, chiedendo di incontrare il Sindaco Valente, affinché si faccia carico del problema.

"Erano le 22 e 30 circa – racconta Terrone a Gravinalife - quando è scoppiata una maxirissa in piazza Benedetto XIII, dinanzi alla Cattedrale. A provocarla è stata la solita babygang di 30-40 ragazzi che agisce ormai da tempo in branco. Provocano risse per futili motivi: un pretesto per dare sfogo alla loro violenza". Un fenomeno che dopo il lockdown è tornato prepotentemente, "visto che solo nell'ultimo mese sono stati compiuti dallo stesso gruppo di ragazzi almeno quattro risse, tutte con le stesse modalità"- afferma preoccupato il genitore della 17enne ferita nel gennaio scorso.

"Il problema è che allertate le forze dell'ordine e trascorsi 45 minuti dall'inizio della rissa, il gruppo di teppisti si è dileguato, ma in piazza non si è visto nessuno"- sottolinea amaramente Terrone, evidenziando il problema del controllo del territorio da parte degli organi preposti. Per queste ragioni ha chiesto al sindaco (così come già avvenuto in passato per gli episodi precedenti) di intervenire e farsi carico delle preoccupazioni legate alla sicurezza della città. Una questione che il sindaco -raggiunto telefonicamente- ha assicurato verrà affrontata quanto prima. Intanto Terrone con il comandante della Polizia locale Nicola Cicolecchia, si è recato in commissariato per sporgere denuncia e avviare le indagini per individuare i responsabili di tali atti di violenza.
  • Rissa
Altri contenuti a tema
Arrestate a Gravina due coppie Arrestate a Gravina due coppie In Via Calata S. Michele
Rissa familiare al pronto soccorso Rissa familiare al pronto soccorso Quattro le denunce
Rissa tra i giovanissimi di una comunità Rissa tra i giovanissimi di una comunità Un arresto
Rissa in piazza Cavour sabato sera Rissa in piazza Cavour sabato sera Cinque le persone coinvolte
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.