consigliere movimento 5 stelle
consigliere movimento 5 stelle
Politica

Rifiuti: i Cinque stelle contro Valente

Assurdo l’atteggiamento del sindaco

"Siamo difronte ad un'amministrazione inetta che non è in grado di rimediare ai suoi stessi errori".

Il nuovo capitolo della vicenda rifiuti, con l'inaspettata vittoria della Tradeco dinanzi al giudice del lavoro che ha di fatto riaperto la gara, è l'ennesima occasione offerta alle consigliere del Movimento Cinque Stelle per criticare l'amministrazione comunale.
Preoccupate per il rinvio della firma del contratto tra l'Aro Bari 4 e la Teknoservice, formalmente vincitrice della gara Consip, le cinque stelle si scagliano contro il sindaco di Gravina dopo le dichiarazioni che Valente ha reso a Gravinalife.
"Ciò che ci indigna di più - incalzano le grilline - sono le dichiarazioni con cui il sindaco ha manifestato pubblicamente di non avere la volontà di far fronte a questa inaspettata circostanza, ma ritiene di dover attendere l'evolversi della vicenda. Questo significa che Gravina, fino a quando non sarà chiarito se la Tra.de.co abbia, o meno, diritto a rientrare in gara, continuerà ad essere sporca e trascurata, visto che da anni l'azienda altamurana risulta inadempiente nel garantire il decoro, la pulizia e la cura della nostra città".

"Siamo difronte ad un'amministrazione inetta che non è in grado di rimediare ai suoi stessi errori, dato che già nel 2012 il sindaco avrebbe potuto cessare il contratto di appalto con Tra.de.co e non lo ha fatto - ammoniscono le consigliere di opposizione - Per giustificare la sua inconcludenza, il primo cittadino ha dichiarato, inoltre, di non poter procedere ad eventuali affidamenti diretti a favore di altra azienda perché la soglia dei quarantamila euro risulta essere insufficiente per coprire la gestione del servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti, in attesa che si compiano le procedure di controllo della Consip".

In coda le pentastellate rinnovano l'invito al primo cittadino a procedere con una gara-ponte, così come previsto dalla legge regionale n. 20 del 4 agosto del 2016, "per affidare, temporaneamente e nelle more della gara della Consip, il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti ad azienda diversa da Tra.de.co".
  • Emergenza rifiuti
Altri contenuti a tema
2 In attesa della Consip occorre assicurare l'igiene pubblica In attesa della Consip occorre assicurare l'igiene pubblica Il partito socialista incalza l'amministrazione
19 Dopo Poggiorsini anche Santeramo saluta la Tradeco. E Gravina? Dopo Poggiorsini anche Santeramo saluta la Tradeco. E Gravina? Dura replica delle consigliere Cinque stelle al Pd
5 Rifiuti: continua lo scontro tra Pd e Cinque Stelle Rifiuti: continua lo scontro tra Pd e Cinque Stelle I democrat attaccano le consigliere pentastellate: “Non sanno di cosa parlano”
2 La Tradeco vince il ricorso: il Durc è valido La Tradeco vince il ricorso: il Durc è valido Ancora ritardi per l'aggiudicazione dell'appalto rifiuti?
2 Rifiuti e le questioni irrisolte del Comune di Gravina Rifiuti e le questioni irrisolte del Comune di Gravina Duro sfogo del Partito socialista
Raccolta dei rifiuti lungo le strade statali: intesa Regione - Anas Raccolta dei rifiuti lungo le strade statali: intesa Regione - Anas Emiliano : Risorse straordinarie per i Comuni
1 Questione rifiuti: tutto nelle mani di Consip Questione rifiuti: tutto nelle mani di Consip Il Commissario Grandaliano conferma tempi rapidi per la definizione del contratto
10 Zona industriale: sporcizia e randagismo suscitano il malcontento negli imprenditori Zona industriale: sporcizia e randagismo suscitano il malcontento negli imprenditori Cambia la location ma la situazione è sempre la stessa
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.