Consiglio Regione Puglia
Consiglio Regione Puglia
Territorio

Regione Puglia e Ferrovie Appulo Lucane stipulano un nuovo protocollo d'intesa

Ecco gli interventi su cui si lavorerà celermente

Nella seduta di martedì 12 dicembre scorso, la Giunta regionale ha approvato una serie di importanti provvedimenti fra cui la sottoscrizione di un nuovo Protocollo di intesa con le Ferrovie Appulo Lucane, finalizzato alla risoluzione delle interferenze tra la linea ferroviaria Bari – Altamura – Matera e la viabilità urbana all'interno della città di Bari, nell'ambito dell'intervento di "Potenziamento e velocizzazione della linea ferroviaria Bari/Matera e tratta metropolitana Toritto/Bari - Lotto IV Raddoppio Bari Policlinico - Bari S. Andrea", per cui già in precedenza era stato firmato digitalmente dalle due parti il disciplinare per la realizzazione dell'intervento per un importo pari ad €16.300.000,00.

Gli interventi su cui si lavorerà - si presume con una maggiore celerità - saranno:
  • Rotatoria, all'intersezione tra Viale L. Pasteur - Viale G. Solarino - Via delle Murge, di 40 metri di diametro, per garantire una maggiore sicurezza nell'ingresso e nell'uscita da via delle Murge e migliorare la manovra di inversione di marcia lungo via Pasteur per accedere a via Martiri;
  • Anello di circolazione a senso unico tra Viale G. Solarino e Viale D. Cotugno, per incrementare la capacità di deflusso del sovrappasso di via Solarino, attualmente limitata dalla presenza dell'impianto semaforico all'intersezione con viale Papa Giovanni XXIII; inoltre, è prevista la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale in corrispondenza del viale Domenico Cotugno che permetterà il collegamento della mobilità sostenibile tra viale Papa Giovanni XXIII e la rotatoria all'intersezione via S. Matarrese.
  • Riorganizzazione ingressi e uscite Autosilo "Polipark", al fine di garantire la fluidità della circolazione sul tronco di scambio dell'anello di circolazione a senso unico, evitando che i movimenti da/per il Polipark comportino un decadimento del livello di servizio sulla viabilità di scorrimento.
  • Rotatoria, all'intersezione Via S. Matarrese - Viale D. Cotugno - Via Gen. N. Bellomo, del diametro di 51 metri con pista ciclo-pedonale monodirezionale esterna e separata dall'anello veicolare. Obiettivo: rendere rapido e sicuro il collegamento con il cavalcaferrovia di via Solarino da parte degli utenti provenienti da Via Bellomo e via Matarrese. La pista ciclo-pedonale in corrispondenza della rotatoria, oltre a migliorare la sicurezza stradale e facilitare lo scorrimento dei veicoli, permetterà la continuità della mobilità sostenibile tra il viale D. Modugno, il viale L. Pausteur, la via G. N. Bellomo e via S. Matarrese.
  • Viabilità di raccordo tra Viale G. Tatarella e Via S. Matarrese (lotto funzionale funzionante Terza Mediana Bis). L'intervento consente di raccordare via S. Matarrese e via J.M. Escrivà (terza mediana bis) con viale G. Tatarella (Asse Nord-Sud) in modo da consentire lo sfruttamento del cavalcaferrovia presente su viale G. Tatarella anche da parte dei flussi di traffico provenienti da Poggiofranco.
  • Rotatoria, all'intersezione tra Viale G. Tatarella e viabilità di raccordo a via S. Matarrese, di diametro pari a 100 metri, funzionante a tronchi di scambio, costituisce l'elemento di raccordo tra Viale G. Tatarella (Asse Nord-Sud) e via J.M.Escrivà (Terza mediana bis)
  • Realizzazione di recinzione in luogo dell'attuale P.L. e la realizzazione di una rotatoria sulla testata di via delle Murge per disciplinare l'inversione di marcia da parte dei frontisti.
  • Sottopasso ciclo-pedonale di collegamento tra il viale L. Pasteur e via S. Matarrese, mirato alla continuità della mobilità sostenibile prevista in progetto, che permetterà la riduzione del rischio stradale e del traffico veicolare.
  • Soppressione P.L. Strada Santa Caterina e realizzazione sovrappasso - L'intervento prevede la realizzazione di un cavalcaferrovia in sostituzione dell'attuale P.L. Sulle testate delle rampe del sovrappasso sono previste due rotatorie compatte finalizzate a mettere in sicurezza il raccordo con la viabilità minore e un passo carrabile di accesso ad un attività commerciale dotata di ampio parcheggio. La viabilità è dotata di percorso ciclopedonale in coerenza con le previsioni del comune di Bari
  • Raddoppio della linea FAL in corrispondenza della fermata di Bari Policlinico, precisamente dal km 2+527 per il binario pari e 0+537 per quello dispari. Dove il tracciato ferroviario, a seguito della realizzazione delle opere di raddoppio già appaltate tra Bari Scalo e Bari Policlinico, sarà caratterizzato da un andamento in curva con raggio costante pari a 700 m (binario pari) e un interesse di 3,5 m.
  • Regione Puglia
  • Ferrovie Appulo Lucane
Altri contenuti a tema
3 Progetto acque reflue: e se fosse irrealizzabile? Progetto acque reflue: e se fosse irrealizzabile? Tutti i dubbi del consigliere Michele Lorusso
Assistenza scolastica, appello ai Prefetti per evitare ritardi Assistenza scolastica, appello ai Prefetti per evitare ritardi Intervengono i Garanti regionali per i minori e i disabili
La Puglia meta turistica preferita dagli italiani La Puglia meta turistica preferita dagli italiani Emiliano e Capone: “Risultato straordinario"
1 Nuove imprese: altri 23 milioni di euro per il bando NIDI Nuove imprese: altri 23 milioni di euro per il bando NIDI La Regione Puglia rifinanzia la misura
1 Stanziati fondi per sistemare l'acquedotto Sant'Angelo e Fontane della Stella Stanziati fondi per sistemare l'acquedotto Sant'Angelo e Fontane della Stella Delibera della Regione Puglia per mettere in sicurezza opere di interesse pubblico o storico
Assegni di cura, protestano le famiglie Assegni di cura, protestano le famiglie Il Garante regionale dei disabili chiede adeguate soluzioni
1 Lavoro, in Puglia meno disoccupati che nel Sud Italia Lavoro, in Puglia meno disoccupati che nel Sud Italia Disoccupazione giovanile in calo del 7,8 per cento
Fondi comunitari all'agricoltura, la Regione ammette i ritardi Fondi comunitari all'agricoltura, la Regione ammette i ritardi Ma scarica le responsabilità: "Colpa dei ricorsi". La Puglia rischia di perdere 176 milioni
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.