paolo calculli
paolo calculli
La città

Raccolta differenziata: la percentuale sfonda la soglia del 40%

I dati aggregati del mese di Luglio certificano l'impegno dei cittadini

Prima che tutto avesse inizio, a metà Giugno, a Gravina veniva differenziato solo il 7% dei rifiuti. Ad un mese e mezzo dall'attivazione del servizio, la città del grano e del vino non è più la maglia nera di Puglia e la percentuale vola: superato il 40%.

Sono definitivi ed ufficiali i dati relativi alle prime settimane di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Le certezze arrivano dall'assessorato all'igiene urbana guidato da Paolo Calculli, sulla base dei report giornalieri trasmessi al Comune dalla Raccolio srl, la società affidataria del servizio in città sulla base del nuovo contratto d'appalto, sottoscritto nel Gennaio scorso a conclusione di un iter che ha mandato in archivio il precedente contratto, tra una proroga e l'altro rimasto in vigore per quasi 23 anni. "Il servizio - ricorda Calculli - è entrato a regime in tutta la città solo una decina di giorni fa, dopo la rimozione dei cassonetti ancora presenti in diverse zone peraltro densamente popolate, come Giulianello e Guardialto». Eppure, ciononostante, l'impegno dei gravinesi ha fatto comunque impennare le percentuali della differenziata. Basta guardare proprio ai risultati del mese di Luglio, che consolidano quanto già emerso nelle ultime due settimane di Giugno: «In un mese - spiega Calculli - risultano essere stati raccolti 1.270.421 chili di spazzatura. Di questi 513.561 erano organico, carta, cartone, plastica e metalli avviati al recupero".

In percentuale, il 40.42%. "Difficoltà e disagi - sottolinea l'assessore - non mancano: ancora troppi gli abusi da parte di chi, per un motivo o per un altro, preferisce abbandonare rifiuti per strada. Per questo già da qualche giorno sono partiti controlli serrati e nelle prossime settimane si ricorrerà anche alle foto-trappola. Restano poi, oggettivamente, sia pur soltanto in alcuni circoscritti punti della città, problemi derivanti dall'organizzazione del servizio. Una situazione, quest'ultima, peraltro fisiologica in fase di avvio, ma riguardo alla quale abbiamo già individuato dei correttivi: entro la fine del mese si procederà ad una rimodulazione del calendario di raccolta. Da domani, inoltre, partirà l'installazione, per le strade ed a ridosso dei parchi, di decine di cestini destinati alla raccolta delle deiezioni canine".

Ulteriori chiarimenti arrivano per le borgate e le case sparse: «In queste zone, non servite dalla raccolta porta a porta - precisa Calculli - sono state già installate, o si stanno installando, dei punti di raccolta: ogni titolare di utenza residente nella contrada interessata riceverà le chiavi di apertura dei bidoni o, in alternativa, potrà richiederle presso il punto distribuzione della Raccolio, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 presso i capannoni Diquemarmi, all'incrocio tra via De Gasperi e via Carrara». Un capitolo a parte riguarda la zona Pip, al momento ancora servita dai vecchi cassonetti: "Nei prossimi giorni incontreremo i residenti ed i titolari delle attività industriali e artigianali per prospettare loro le diverse opzioni praticabili: insieme decideremo quale sia la soluzione migliore". Infine, altro tema alquanto dibattuto, quello delle isole ecologiche: «Saranno itineranti, secondo un calendario che ufficializzeremo prima di Ferragosto, sulla base delle indicazioni che riceveremo dall'Aro Ba4», chiosa Calculli, rilanciando in coda l'invito alla collaborazione: "In una città inchiodata per anni al 7% superare in volata il 40% in poco più di un mese è un risultato eccezionale, reso possibile solo dall'entusiasmo e dal civismo della stragrande maggioranza dei gravinesi che con determinazione e dedizione ha scelto la via del cambiamento. È nostro dovere fare in modo che questa vivacità non vada perduta. Faremo il possibile per migliorare la qualità del servizio e garantire soluzioni concrete in tempi rapidi alle problematiche ancora in essere".
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.