messa in sicurezza tarantina
messa in sicurezza tarantina
Politica

Primi lavori di messa in sicurezza della Tarantina

L'impegno del territorio per trasformare la provinciale in statale

Sono iniziati pochi giorni fa i lavori di messa in sicurezza della strada provinciale "La Tarantina". Lavori che al momento riguardano la sostituzione dei guardrail, la sistemazione di alcune buche e il taglio dell'erba.

Interventi avviati dopo le ripetute segnalazioni partite dal territorio e arrivate all'attenzione della città metropolitana dove "il bollettino di guerra" relativo ai tanti incidenti avvenuti nelle scorse settimane è stato raccontato dal consigliere metropolitano Mimmo Cardascia nel corso dell'ultima adunanza consiliare. Cardascia ha chiesto interventi di messa in sicurezza sul tratto di strada dove si riversa acqua dai terreni rendendo l'asfalto viscido oltre a chiedere l'allargamento della stressa sede stradale.

L'intervento del consigliere mira, tuttavia, ad avviare un confronto tra Città metropolitana, Comuni e Anas per valutare la possibilità di rendere l'attuale provinciale 27 la nuova statale 96 migliorando il raccordo con la statale 99 per poi procedere in piena sicurezza verso Gravina e Potenza.

"Il tratto della 96 di Altamura è diventato una strada comunale se si pensa che è interessata dalla presenza di numerosi semafori e soprattutto taglia in due la stressa città di Altamura. Migliorando il raccordo tra la statale 96 e l'attuale provinciale 27 potremmo migliorare la viabilità con Potenza e soprattutto garantire sicurezza ai cittadini altamurani" ha spiegato il consigliere invitando il governo metropolitano e gli uffici a intervenire tempestivamente.

Stessa richiesta inviata dalla deputata Angela Masi autrice di una missiva indirizzata al sindaco della Città metropolitana Antonio Decaro e al dirigente della mobilità per capire se "ci sia la volontà di intervenire con tempestività su questa importante arteria provinciale con una messa in sicurezza atta a scongiurare futuri incidenti". Masi, inoltre, ha sottoposto la questione anche all'attenzione del ministro delle Infrastrutture e Trasporti per mettere a conoscenza il viceministro Cancelleri della situazione della "Tarantina" chiedendo l'intervento del Governo per valutare ogni progetto finalizzato a garantire percorribilità e sicurezza lungo il tratto Potenza – Bari.

"Da parte del Ministero – assicura la deputata - ho riscontrato massima disponibilità ad affrontare la questione assieme alle istituzioni locali qualora i sindaci dei due Comuni interessati al problema manifestino il loro interessamento e la loro fattiva collaborazione. Per questo ho scritto, giovedì scorso, una lettera alla sindaca di Altamura Rosa Melodia e al sindaco di Gravina Alesio Valente chiedendo una loro disponibilità ad avviare un tavolo di confronto presso il ministero con tutti i soggetti interessati".
  • Lavori
Altri contenuti a tema
Viabilità murgiana, realizzato intervento per maggiore sicurezza Viabilità murgiana, realizzato intervento per maggiore sicurezza Sulla strada provinciale Altamura-Corato, incrocio s.p. Gravina-San Giovanni
Strada x strada, un milione e mezzo di euro a Gravina Strada x strada, un milione e mezzo di euro a Gravina Programma straordinario della Regione per tutti i Comuni pugliesi
Statale 96, da lunedì galleria chiusa per lavori dell'Anas Statale 96, da lunedì galleria chiusa per lavori dell'Anas Scelti i percorsi alternativi. Una parte del traffico attraverserà la città
Aperta strada di collegamento con quartiere San Sebastiano Aperta strada di collegamento con quartiere San Sebastiano Prosegue la riqualificazione della zona
4 Riparato il marciapiede in via Verdi Riparato il marciapiede in via Verdi Era danneggiato da vari giorni
Ripreso il cantiere al rione San Sebastiano Ripreso il cantiere al rione San Sebastiano Dopo la chiusura per il coronavirus riparte la riqualificazione
1 Arrivano i fondi per il restauro e la manutenzione di due chiese Arrivano i fondi per il restauro e la manutenzione di due chiese In tutto contributi per 100.000 euro dalla Regione alla Diocesi
1 Altri fondi dalla Regione per lo storico acquedotto Altri fondi dalla Regione per lo storico acquedotto In tutto gli interventi diventano tre
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.