parconazionalealtamurgia 1
parconazionalealtamurgia 1
Territorio

Presentato il Piano per il Parco dell’Alta Murgia

Presenti le autorità comunali. Spiegato il regolamento che vige nell'area verde

Si è tenuta giovedì 4 novembre nella Sala Consigliare del Comune di Gravina in Puglia la presentazione delle proposte di Piano per il Parco Nazionale dell'Alta Murgia ed il Regolamento del Parco. Il Piano per il Parco Nazionale dell'Alta Murgia ed il Regolamento del Parco disciplinano e regolamentano tutti gli interventi connessi all'utilizzo del territorio, alla conservazione ed alla valorizzazione in forma coordinata del patrimonio di valori naturalistici, ambientali, nonché storici, culturali e antropologici tradizionali, nonché alla presenza ed all'attività dell'uomo.

Alla presenza del Sindaco, On. Giovanni Divella, e degli Assessori Vincenzo Artal, Mattia Dibattista, Raffaele Lorusso e Michele Lamuraglia, e di numerosi Consiglieri Comunali, le Officina del Piano hanno presentato i contenuti delle proposte di Piano e di Regolamento adottate dal Consiglio Direttivo dell'Ente il 31 maggio scorso.

Si è appreso che il Piano si compone di una parte conoscitiva, di una parte interpretativa e di una progettuale e programmatica, e prevede la classificazione del territorio in quattro zone a diverso regime di tutela, in coerenza con il dettato dell'art. 12 della L. n. 394/1991. La classificazione in zone A, B, C, D, nonché la perimetrazione delle aree contigue, nasce da un'attenta analisi del territorio dell'Alta Murgia. L'individuazione delle zone è stata effettuata sulla base della rappresentatività degli ecosistemi più significativi del Parco, del grado di antropizzazione, del valore naturalistico e dell'individuazione dei confini della zonizzazione su elementi certi del terreno. Si descrivono di seguito i contenuti e le finalità di ciascuna zona.

"Da assessore all'Ambiente non posso che accogliere positivamente uno strumento che mira a salvaguardare il meraviglioso territorio del Parco Nazionale dell'Alta Murgia – ha detto l'assessore Artal –. Uno strumento che rappresenta, se recepito anche e soprattutto dalle popolazioni locali, l'unica difesa contro la depauperazione e l'impoverimento del nostro territorio. L'invito è di continuare con maggiore forza l'azione di promulgazione del Piano e del Regolamento, così che possa portare ad una sua acquisizione dopo un processo di partecipazione attiva. Vorrei infine ricordare ai tecnici del Parco di porre maggiore attenzione alle attrattive della città di Gravina che ricadono nel Parco, oggi forse non bene segnalate ed individuate. Così come voglio sottolineare l'importanza dei contributi che anche oggi sono arrivati dal mondo associativo, invitando il Parco a coinvolgerle maggiormente e a tenere nella giusta considerazione suggerimenti e proposte che da esse pervengono".

L'assessore Mattia Dibattista si è detto invece rammaricato per "la scarsa presenza degli operatori economici all'incontro di oggi. Dovrebbero essere loro i maggiori interessati. Interroghiamoci tutti su quest'assenza, segno di un malessere e di una diffidenza che andrebbe analizzata ed approfondita con più attenzione. Mi auguro che il Parco non sia penalizzante per il mondo agricolo, oggi più che mai bisognoso di certezze, progettualità e risposte che possono essere sì accompagnate da vincoli e divieti ma che siano anche un punto di forza e non solo un'inibizione alla produzione moderna ed efficace. Lavoriamo insieme per un Parco Nazionale dell'Alta Murgia che sia risorsa e non problema per l'agricoltura".

  • Comune di Gravina in Puglia
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Assessore Artal
Altri contenuti a tema
Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Con Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni per affrontare il problema degli ungulati
Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Incontro con il nuovo presidente Tarantini
Comune chiuso per lavori alle linee elettriche Comune chiuso per lavori alle linee elettriche Provvedimento riguarda Palazzo di Città. Regolarmente aperti invece Polizia Locale e Servizi Sociali
Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Il Ministero dell’ambiente affida ai parchi nazionali le risorse per la mitigazione e l’adattamento dei cambiamenti climatici
Parco dell'Alta Murgia, riprendono le esercitazioni a fuoco Parco dell'Alta Murgia, riprendono le esercitazioni a fuoco Il nuovo presidente Tarantini promette intervento
Francesco Tarantini si insedia nella sede del Parco dell'Alta Murgia Francesco Tarantini si insedia nella sede del Parco dell'Alta Murgia Al via il mandato del terzo presidente
Slow Food saluta la gente del Parco dell'Alta Murgia Slow Food saluta la gente del Parco dell'Alta Murgia Lettera di benvenuto di Carlo Petrini alla "Comunità della Gente"
Il dirigente va in pensione ma Valente lo richiama, in servizio gratis Il dirigente va in pensione ma Valente lo richiama, in servizio gratis Incarico a Michele Stasi per sei mesi. Solo rimborso spese
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.