10404338 10205122338888898 7524015774954770569 n
10404338 10205122338888898 7524015774954770569 n
La città

Alberi pericolanti: dopo le segnalazioni un primo sopralluogo

I pini in via Tripoli non rappresenterebbero un pericolo per la sicurezza pubblica.

Numerose negli ultimi mesi le segnalazioni fatte da cittadini e associazioni per spronare l'amministrazione comunale a compiere interventi di messa in sicurezza del verde pubblico.

Ultima quella inviata a Palazzo di città dal cittadino Mario Conca, per sottolineare la pericolosità sia dei pini in via Tripoli, in prossimità degli uffici sede del Giudice di Pace, sia di quelli all'ingresso dell'Ospedale di "Santa Maria del Piede". Alberi visibilmente inclinati su una strada dall'intenso traffico non solo automobilistico ma anche e pedonale, le cui radici sono ormai emerse provocando pericolosi dislivelli sul manto stradale e sul marciapiedi.

In risposta alle sollecitazioni, l'assessore con delega all'ambiente, Vito Loglisci, insieme al responsabile dell'ufficio municipale preposto, Franco Parisi, ha effettuato un sopralluogo in via Tripoli a cui ha preso parte anche un tecnico specializzato, incaricato dal Comune di svolgere un controllo sulle condizioni degli alberi. Da questa prima analisi non sarebbe emerso alcun problema, "la pianta sarebbe in buona salute - spiega l'assessore - e, soprattutto, secondo lo specialista interpellato, non presenterebbe criticità tali da far temere una sua caduta al suolo". Si attende ora la relazione ufficiale che il professionista farà recapitare in Comune, per poi valutare gli eventuali interventi necessari. Dalla casa comunale fanno sapere inoltre che nei prossimi giorni proseguirà l'attività di monitoraggio su altre zone segnalate dai cittadini negli ultimi tempi.

La vicenda della sicurezza del verde pubblico era già finita agli onori della cronaca con la caduta, nel corso dell'anno, di alberi e rami all'interno del parco "Robinson". Tante le segnalazioni e le proposte provenienti in questo caso dall'associazione "Bosco-città", che ha più volte ribadito la pericolosità di molti arbusti della pineta, ormai giunti a completa maturità, e per questo soggetti a cedimenti strutturali.
3 fotoPini pericolanti in zone trafficate del paese
Pini pericolantiPini pericolantiPini pericolanti
  • Comune di Gravina in Puglia
  • Verde pubblico
  • Associazione Bosco-città
  • Vito Loglisci
Altri contenuti a tema
Disagi nei servizi, un altro server al Palazzo di città Disagi nei servizi, un altro server al Palazzo di città Preso in fitto per sopperire ai problemi
Mobilità e concorsi, al Comune di Gravina manca personale Mobilità e concorsi, al Comune di Gravina manca personale Pure pochi dirigenti. Intervista all'assessore Paolo Calculli
1 Code all’ufficio anagrafe, intervengono i carabinieri Code all’ufficio anagrafe, intervengono i carabinieri Palazzo di città resta in silenzio
3 Tornato il sereno tra l’assessore Stimola e il sindaco Valente Tornato il sereno tra l’assessore Stimola e il sindaco Valente Previste nuove assunzioni in Comune: ecco il punto della situazione
Comune chiuso per lavori alle linee elettriche Comune chiuso per lavori alle linee elettriche Provvedimento riguarda Palazzo di Città. Regolarmente aperti invece Polizia Locale e Servizi Sociali
Il dirigente va in pensione ma Valente lo richiama, in servizio gratis Il dirigente va in pensione ma Valente lo richiama, in servizio gratis Incarico a Michele Stasi per sei mesi. Solo rimborso spese
A Gravina una tappa di "La voce singolare di Taiwan" A Gravina una tappa di "La voce singolare di Taiwan" Appuntamento oggi al cavato di San Marco
12 Rose e fiori nella Gravina targata Valente Rose e fiori nella Gravina targata Valente Il primo cittadino traccia un bilancio di sette anni di governo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.