Ente parco
Ente parco
Territorio

Parco dell'Alta Murgia nella rete internazionale "slow"

Requisiti: vivere lento e cibo buono e rispettoso dell'ambiente

Il Parco nazionale dell'Alta Murgia entra a far parte della rete internazionale City Slow. E' il primo Parco italiano che ne fa parte ed è un riconoscimento alla "ecogastronomia" del territorio.

Il "diploma" di Parco Slow è stato consegnato nei giorni scorsi al vicepresidente Cesare Troia e al direttore Domenico Nicoletti nel corso della dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto 2018, a Torino.

"Rete Slow City International" ha l'obiettivo di allargare la filosofia Slow Food alle comunità locali, applicando i concetti dell'eco-gastronomia alla pratica del vivere quotidiano, premiando quei territori capaci di rendere l'uomo protagonista nel processo del rispetto dell'ambiente benefico al succedersi delle stagioni. Altri requisiti sono il rispetto della salute dei cittadini, la genuinità dei prodotti e della buona cucina, la ricchezza di affascinanti tradizioni artigiane e paesaggi incontaminati e caratterizzati dal rispetto delle tradizione e dalla gioia di un lento e quieto vivere.

Il riconoscimento arriva nell'Anno Italiano del Cibo 2018. Il Parco nazionale dell'Alta Murgia è stato premiato per le sue peculiari caratteristiche rurali.
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Alta Murgia
  • Slow Food
Altri contenuti a tema
Sacchetti di plastica vietati, controlli nei Comuni del Parco Sacchetti di plastica vietati, controlli nei Comuni del Parco Attività dei Carabinieri del Reparto forestale Alta Murgia
Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Sono ancora tanti ma popolazione inizia a ridursi
Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Aumenta il numero dei controlli e diminuisce quello dei reati
Parco dell'Alta Murgia, eliminata infestazione dalla pianta ailanto Parco dell'Alta Murgia, eliminata infestazione dalla pianta ailanto Una specie asiatica molto invasiva
Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Il presidente Tarantini: “Urgente agire in modo sinergico”
Il "Pallone" di Gravina in vetrina al Cheese 2019 Il "Pallone" di Gravina in vetrina al Cheese 2019 L'Alta Murgia presente alla fiera del formaggio di Bra (Cuneo)
Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Con Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni per affrontare il problema degli ungulati
Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Incontro con il nuovo presidente Tarantini
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.