pietro capone
pietro capone
Cronaca

Omicidio Capone, si chiude processo d’appello

Il 24 aprile prevista sentenza

Con le arringhe degli avvocati difensori si chiude la fase dibattimentale del processo presso la corte d'appello di Bari per Gaetano Scalese, accusato dell'omicidio di Pierino Capone avvenuto il 10 marzo del 2014.

Per questo accusa Gaetano Scalese, unico imputato nel processo, è stato condannato in prima istanza a 15 anni di reclusione.
Nel corso dell'udienza di appello tenutasi l'altro ieri, gli avvocati Saverio Verna e Andrea Di Comite hanno esposto le ragioni della difesa, con il Pubblico Ministero che in questo nuovo processo ha chiesto l'ergastolo per l'imputato. Adesso sarà la Corte a decidere. I giudici hanno, infatti, fissato altra udienza per il 24 aprile, quando ci saranno eventuali repliche e decisione finale.
  • Pietro Capone
Altri contenuti a tema
10 anni dalla tragica scomparsa del “Paladino della legalità” 10 anni dalla tragica scomparsa del “Paladino della legalità” Domenica 10 marzo alle 11.30 presso la parrocchia di San Domenico verrà celebrata una messa in ricordo di Pietro Capone
Omicidio Capone, 15 anni per Scalese Omicidio Capone, 15 anni per Scalese Emessa la sentenza dalla Corte di Bari. La difesa farà appello
1 Omicidio Capone, ancora un rinvio per il verdetto Omicidio Capone, ancora un rinvio per il verdetto Nuova udienza fissata al 20 giugno
Processo Omicidio Capone, nuovo rinvio Processo Omicidio Capone, nuovo rinvio Accolta eccezione della difesa. Prossima udienza il 30 maggio
Omicidio Capone, rinvio sentenza Omicidio Capone, rinvio sentenza I giudici chiedono altro tempo per esaminare testi del PM
Omicidio Capone, attesa per il verdetto Omicidio Capone, attesa per il verdetto A processo come unico imputato Gaetano Scalese
Omicidio Capone, la corte non si esprime Omicidio Capone, la corte non si esprime Rinvio della sentenza. I giudici vogliono riascoltare alcuni testimoni
Omicidio di Pietro Capone, rinviata l'udienza della sentenza Omicidio di Pietro Capone, rinviata l'udienza della sentenza Il 26 aprile è attesa la sentenza per il delitto che sconvolse la città
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.