Mausoleo della Chiesa di Santa Sofia
Mausoleo della Chiesa di Santa Sofia
La città

Nella Chiesa di Santa Sofia, il maestoso mausoleo della duchessa Angela Castriota Scanderbeg

Per conoscere un pezzo importante della storia della nostra Gravina

Un maestoso mausoleo perché l'ingiusta morte e il tempo tiranno non cancellino il ricordo di una donna che, seppur scomparsa in giovinezza, ha lasciato un segno importante nella storia e nella vita delle persone care.

È per la sua amata moglie, la duchessa Angela Castriota Scanderbeg, discendente dell'eroe albanese Giorgio Scanderbeg, morta prematuramente nel lontano 1518, che Ferdinando Orsini d'Aragona, VI duca di Gravina, fece scolpire un sepolcro, ubicato sulla sinistra dell'altare maggiore della Chiesa quattrocentesca di Santa Sofia di Gravina in Puglia.

Realizzato interamente in marmo bianco per 6,60 metri d'altezza e 3,20 di larghezza su basamento rettangolare, si presenta come una vera e propria "gemma" della architettura meridionale, ricca di fregi floreali e drappi definiti da mani esperte, con particolari importanti che richiamano le due case nobiliari: la base porta ai lati le insegne di Casa Orsini e Casa Castriota Scanderbeg, infatti nella metà di ciascuno scudo è raffigurata un'aquila bicipite, simbolo proprio dello stemma dell'Albania.
Di straordinaria bellezza il timpano nella parte alta del mausoleo, dove è raffigurata la Madonna con Bambino, e il fregio sottostante, sul quale giacciono due puttini finemente realizzati.

Poche ma cariche di sentimento e di sconforto per la grave perdita, le parole che il duca Ferdinando volle far incidere nella pietra, come segno d'amore eterno per la madre dei suoi cinque figli: "Ad Angela Castriota tra le donne insigne per religiosità, pudicizia, saggezza, carità, mitezza, fecondità, strappata da morte prematura, Ferdinando Orsini duca di Gravina, in perenne ricordo di lei, sopravvissuto alla moglie molto dolce e benemerita. Anno MDXVIII".

Di seguito le immagini del mausoleo della duchessa Castriota Scanderbeg, a cura della Redazione, realizzate dal fotoamatore Carlo Centonze.
24 fotoNella chiesa di Santa Sofia, il maestoso mausoleo della duchessa Angela Castriota Scanderberg
Mausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa SofiaMausoleo della Chiesa di Santa Sofia
  • Chiesa santa sofia
Altri contenuti a tema
Santa Sofia riapre le porte ai fedeli Santa Sofia riapre le porte ai fedeli Monsignor Ricchiuti: "Ogni promessa è debito"
Countdown per la riapertura di Santa Sofia Countdown per la riapertura di Santa Sofia Mercoledì 9 novembre sarà restituita ai fedeli dopo un anno dai lavori
14 Un nuovo volto per Santa Sofia Un nuovo volto per Santa Sofia Dopo un anno di lavori, finalmente riapre le porte ai fedeli
A rischio i finanziamenti per la chiesa di Santa Sofia A rischio i finanziamenti per la chiesa di Santa Sofia Manca il progetto
€ 348.758,00 per l’ex monastero di Santa Sofia € 348.758,00 per l’ex monastero di Santa Sofia Finanziamento ottenuto dall’amministrazione Divella
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.