Regione Puglia
Regione Puglia
Territorio

Luoghi Comuni: picco di candidature alla scadenza del bando per Enti pubblici

Delli Noci: un patrimonio importante su cui far decollare il protagonismo giovanile

Quaranta spazi candidati in due settimane da parte degli Enti Pubblici: è lo straordinario risultato di Luoghi Comuni, l'iniziativa di innovazione sociale e rigenerazione urbana delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI che, dal dicembre 2018, dà spazio alle idee dei giovani pugliesi.

Lo scorso 31 marzo, si è chiuso l'Avviso per manifestazione di interesse rivolto agli Enti pubblici interessati a rivitalizzare spazi sottoutilizzati attraverso iniziative di innovazione sociale. Le candidature giunte negli ultimi 15 giorni sono così distribuite: 13 dalla provincia di Lecce, 9 dalla provincia di Foggia, 5 dalla provincia di Bari, 5 da quella di Brindisi, 4 dalla BAT e 4 dalla provincia di Taranto, per un totale di 40 candidature che si aggiungono ai 129 spazi già selezionati in Puglia.

"Molti degli ultimi 40 spazi candidati – ha commentato l'assessore alle Politiche giovanili, Alessandro Delli Noci – sono collocati in piccoli comuni e aree interne della regione, nello specifico sono 24 gli spazi in comuni con meno di 15 mila abitanti, di cui 10 con meno di 5.000 abitanti. Un dato importante che ci fa riflettere sull'importanza di questa misura che, negli anni, non solo ci ha consentito di rivitalizzare immobili storici, spazi culturali, ex Laboratori Urbani e centri polifunzionali, edifici di edilizia residenziale pubblica ma ci ha permesso di farlo in aree in cui spesso vi è carenza di luoghi destinati al protagonismo giovanile. I luoghi fisici, come emerso dal processo partecipato che ha condotto a "Galattica", nuovo programma delle Politiche giovanili regionali, sono uno dei principali bisogni espressi dalle ragazze e dai ragazzi di Puglia. E per questa ragione Galattica, ereditando quel patrimonio enorme di Luoghi Comuni, sta partendo con una rete di luoghi fisici destinati ai servizi per l'informazione, l'accompagnamento, il supporto all'attivazione e la promozione di animazione territoriale. Il tutto in spazi giovanili, molti dei quali nati con Luoghi Comuni, in cui i giovani non si sentano beneficiari ma protagonisti".

Nei prossimi giorni, la Regione Puglia avvierà la valutazione delle ultime candidature pervenute per poi procedere con gli Avvisi rivolti alle Organizzazioni Giovanili del Terzo Settore interessate a rivitalizzare, attraverso progetti di innovazione sociale, gli spazi che verranno selezionati.

Dall'apertura dell'Avviso Luoghi Comuni al 31 marzo 2023 sono stati candidati complessivamente 214 spazi sottoutilizzati di proprietà pubblica, per un totale di oltre 440 mila mq di superficie (pari a circa 63 campi da calcio). Il 55% di questi spazi sono immobili, mentre l'11% delle candidature ha riguardato spazi all'aperto. Il restante 34% interessa immobili misti, ovvero dotati di superficie coperta e di annessa superficie scoperta.
Si tratta per la maggior parte di immobili di proprietà comunale, ma anche di immobili provinciali, di ASP (Aziende pubbliche di Servizi alla Persona) e delle ARCA (Agenzie Regionali per la Casa e l'Abitare).
Sono molti gli edifici storici e oltre il 90% di essi risultano essere pienamente accessibili e dotati di accesso indipendente. Oltre il 53% degli spazi, inoltre, è dotato di forniture e arredi.

Per la rivitalizzazione dei 129 spazi selezionati, ARTI ha pubblicato ad oggi 113 Avvisi di co-progettazione che hanno visto la partecipazione di 181 organizzazioni giovanili pugliesi (con una media di 1,6 ad avviso), con il coinvolgimento di 1.212 giovani all'interno dei gruppi di lavoro e in media di 7 partner per ciascun progetto candidato.

Fra gli ambiti tematici che gli Enti pubblici hanno selezionato in sede di candidatura, sono le attività culturali e artistiche di interesse sociale ad essere maggiormente richieste, seguite da attività turistiche di interesse sociale e culturale, attività educative e dagli interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Più risorse per bonifica aree da rifiuti abbandonati Più risorse per bonifica aree da rifiuti abbandonati Emiliano e Maraschio scrivono al Ministro Pichetto Fratin e al Presidente Morrone
La Regione presenta il protocollo Itaca Puglia 2023 La Regione presenta il protocollo Itaca Puglia 2023 Valutazione della sostenibilità ambientale per edifici residenziali e non residenziali
Legge regionale 36, al Comune ultimo incontro Legge regionale 36, al Comune ultimo incontro Ristrutturazione edilizia e pianificazione urbana in primo piano
In arrivo i MiniPia, pubblicato l’avviso da 40 milioni di euro In arrivo i MiniPia, pubblicato l’avviso da 40 milioni di euro Bando per le Micro e Piccole Imprese. Dal 29 febbraio le domande
Capitale cultura 2027, Alberobello alla Bit presenta la candidatura Capitale cultura 2027, Alberobello alla Bit presenta la candidatura Verna (UnaBellaStoria): “Gravina e Altamura che fanno?”
Nel 2024 la Regione Puglia assumerà 152 unità Nel 2024 la Regione Puglia assumerà 152 unità Commento dell’assessore Stea sul Piano Triennale del Fabbisogno di Personale
Il Comune partecipa al Bando Inte.R.SS.eca Il Comune partecipa al Bando Inte.R.SS.eca Per realizzare interventi su infrastrutture adibite ai servizi sociali e socio-assistenziali
Comitato Idonei contro Regione su proroga  graduatorie Comitato Idonei contro Regione su proroga graduatorie Non condiviso il parere negativo del Governo Regionale
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.