Ferrovia dello Stato
Ferrovia dello Stato
Territorio

La ferrovia Rocchetta-Gioia del Colle diventerà turistica

L'annuncio del deputato Nunzio Angiola

Nei giorni scorsi è stato firmato dal presidente Draghi il DPCM con il quale viene decisa la ripartizione delle risorse del c.d. Fondo Complementare al Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza). Viene destinata alla misura "Percorsi della storia. Treni storici e itinerari culturali", la complessiva somma di 435 milioni di euro. Viene definitivamente finanziato il recupero, l'adeguamento turistico e le migliorie per 6 nuove tratte ferroviarie, tra cui la ferrovia delle Murge, ossia la Rocchetta Sant'Antonio-Gioia del Colle, risalente al 1891.

La ferrovia non è più in servizio a Gravina e negli altri Comuni della provincia di Bari per il trasporto di passeggeri, dopo la dismissione avvenuta diversi anni fa. Avrà, quindi, nuova vita se andrà in porto il finanziamento.

Sul punto è intervenuto l'On. Nunzio Angiola, di Azione, il partito dell'ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda.

"Si tratta per me del coronamento di un sogno - dice -. Si tratta di un progetto che sto seguendo da tre anni, con tanto di interventi in aula alla Camera dei Deputati, svariati interventi sulla stampa e sulle testate giornalistiche online, convegni, interrogazioni parlamentari, richiesta e ottenimento dello studio di fattibilità ad RFI, inserimento della ferrovia delle Murge nell'atto ministeriale che ha ampliato l'elenco originario della legge 128 del 2017, e conseguente sopralluogo congiunto RFI-Fondazione FS".

"Con questo atto - spiega Angiola - il Governo decide di dare seguito all'impegno esplicito che aveva assunto nei miei confronti il 14 luglio scorso, nell'ambito dei lavori parlamentari relativi alla conversione in legge del DL n. 73/2021 meglio conosciuto come "Decreto Sostegni bis". L'ordine dei Giorno impegnava il Governo a provvedere "con la massima sollecitudine", all'aggiornamento dell'elenco delle tratte ferroviarie storiche caratterizzate da particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico e al relativo finanziamento. Tra queste era ricompresa la ferrovia di Giustino Fortunato. Vengono stanziati 32 milioni di euro che serviranno al recupero, all'adeguamento turistico e all'apporto di migliorie per la nostra tratta ferroviaria. Si apre una nuova era per i sistemi turistici che scorrono dalla Capitanata all'Alta Murgia", ha concluso Angiola.
  • Stazione
  • Treni storici
Altri contenuti a tema
2 La stazione FAL di Gravina comincia a mostrare il suo nuovo volto La stazione FAL di Gravina comincia a mostrare il suo nuovo volto Slitta di un mese la data di consegna dei lavori
Apre i battenti la stazione dell'innovazione Apre i battenti la stazione dell'innovazione Un progetto della Item Oxygen per tutto il territorio
A bordo di treni storici su e giù per la Puglia A bordo di treni storici su e giù per la Puglia "Prendi l'ecotreno per fare la spesa bio"
"No alla costruzione dell'antenna in Piazza San Pio" "No alla costruzione dell'antenna in Piazza San Pio" Comunicato stampa dell'UDC Gravina Giovani
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.