Incendio bosco
Incendio bosco
La città

La campagna antincendio parte dai privati

Indagine esplorativa per vedette ed autisti.

Elezioni Regionali 2020
La campagna antincendio parte dalla ricerca delle aziende a cui affidare il servizio. Angeli verdi, per custodire il Sic Difesa Grande.

Cercansi quindi le aziende che dovranno gestire "sorveglianti forestali da adibire a vedette ed autisti", per ottemperare al servizio di "Vigilanza antincendio delle aree del bosco Difesa Grande". Considerata l'urgenza, in quanto il periodo ritenuto ad alto rischio (dal 15 giugno al 15 settembre) è quasi agli sgoccioli, Palazzo di Città indice una "indagine esplorativa". La gara ufficiosa consiste nel rendere nota l'intenzione di procedere all'affidamento per un determinato lavoro, fornitura o servizio, invitando così gli operatori in possesso dei requisiti indicati a presentare la propria offerta. Responsabile unico del procedimento è Nicola Cicolecchia, capitano del corpo di polizia Municipale. Il servizio dovrà essere svolto, presumibilmente, durante il periodo che va dal 25 Giugno 2015 al 20 Settembre 2015 per un importo complessivo di 90.000 euro a cui il Municipio farà fronte con i proprio fondi. Alla gara potranno partecipare tutte le imprese, singole o associate, che dimostreranno di avere tutti i requisiti per l'espletamento del servizio. La gara sarà affidata anche in presenza di una sola offerta, secondo la proposta economica più vantaggiosa. Occorrerà aspettare la pubblicazione ufficiale del bando per capire i tempi per la presentazione delle proposte.

Brucia ancora la ferita al polmone verde gravinese ed a tutelarlo arriva pure la normativa regionale. Su precisa indicazione del decreto n. 46 del 2 aprile 2015, in tutte le aree boscate, cespugliate, arborate e a pascolo della Puglia vigono numerosi divieti assoluti. Al fine di scongiurare gli incidenti, non è consentito accendere fuochi o svolgere delle attività ritenute pericolose in prossimità delle aree boschive; non si può transitare o sostare con autoveicoli sulle strade non asfaltate all'interno di aree verdi, o ancora transitare con mezzi motorizzati fuori dalle strade statali, provinciali, comunali, private e vicinali, gravate dai servizi di pubblico passaggio. Tantomeno è consentito l'abbandono di rifiuti nei boschi e in discariche abusive. A tutto questo si aggiunge il divieto di bruciare stoppie, residui vegetali e vegetazione spontanea su terreni incolti e a riposo con l'obbligo, per gli agricoltori, di realizzare delle fasce protettive di almeno 15 metri.

​Pene salate, sino a 10.329 euro per i trasgressori, sui quali pende il divieto assoluto di appiccare incendi alle stoppie dal 15 giugno al 15 settembre.
  • Bosco Difesa Grande
  • Palazzo di Città
  • Campagna antincendio
Altri contenuti a tema
La tutela del bosco è una priorità dell'amministrazione La tutela del bosco è una priorità dell'amministrazione La replica dell'assessore Lafabiana dopo le foto sullo stato dei luoghi
1 Bosco comunale: "Nulla è stato fatto dal 2017” Bosco comunale: "Nulla è stato fatto dal 2017” Dopo il devastante incendio mancano ancora vari interventi
Una passeggiata tra i suoni del bosco Difesa grande Una passeggiata tra i suoni del bosco Difesa grande Nuovo appuntamento con il cartellone delle iniziative estive
Domenica in bici per “Bosco in Festa” Domenica in bici per “Bosco in Festa” Escursioni su due ruote per i grandi e attività in bici per bambini
Tutta l'estate con l’edizione 2020 del “Bosco in festa” (da luglio a settembre) fino a sabato 26 settembre Tutta l'estate con l’edizione 2020 del “Bosco in festa” (da luglio a settembre)
Arriva la seconda edizione di “Bosco in Festa” Arriva la seconda edizione di “Bosco in Festa” Cartellone estivo di iniziative del Comune e delle associazioni
Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori L'anno scorso fiamme in 87 ettari di bosco dell'Alta Murgia. Ieri già 40 a Minervino
Servizi antincendio nel bosco, l’Arif dà una mano al Comune Servizi antincendio nel bosco, l’Arif dà una mano al Comune Firmata convenzione con l'agenzia regionale per le foreste
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.