Ferrovia dello Stato
Ferrovia dello Stato
La città

Interramento ferrovia, la giunta muove i primi passi

Attivare un tavolo politico-tecnico con tutti gli enti interessati

Ricongiungere le parti della città spezzata in due dalla presenza dei binari della ferrovia. Un obiettivo strategico su cui lavorare, che non ha rappresentato solo uno slogan elettorale della coalizione "Rinascita", ma che è uno dei punti qualificanti del programma del governo Lagreca.

La giunta comunale ha licenziato un provvedimento nel quale si procede all'attivazione di un tavolo politico-tecnico con tutti gli Enti interessati alla realizzazione dell'interramento o spostamento della ferrovia.

Ad essere coinvolti saranno il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, le Ferrovie dello Stato e quelle Appulo Lucane, la Regione Puglia, e ogni altro ente che in qualche maniera viene interessato in questo progetto. L'obiettivo è quello di avviare l'iter progettuale e di fattibilità tecnico-finanziaria del progetto, così da identificare, tempi, modalità e soluzioni operative certe e concrete.

"Un ulteriore passo verso la costruzione di una nuova città, la Gravina senza barriere, aperta ed accessibile a tutti" - sottolinea il sindaco Lagreca, che aggiunge: "la Gravina che abbiamo raccontato ed esposto meno di due mesi fa, inizia a prendere forma passo dopo passo".

Un progetto che attraverso l'eliminazione dei binari "punta proprio a ricucire le due parti di città prevedendo parchi, aree verdi attrezzate, piste ciclabili in una visione ed idea di futuro verde e sostenibile" -rimarca l'assessore alla Pianificazione territoriale ed urbanistica, Vito Stimolo.

E le finalità del progetto sono davvero ambiziose. Infatti, oltre a ricucire, attraverso un percorso verde e piste ciclabile, le due parti della città valorizzando e mettendo in primo piano la splendida facciata della Chiesa Madonna delle Grazie, con il progetto si riuscirebbe a riorganizzare e riqualificare il territorio, con un minor impatto ambientale e un miglioramento dell'accessibilità territoriale. Inoltre, ci si propone di eliminare il rischio idrogeologico; decongestionare e snellire il traffico e migliorare la fruibilità in sicurezza delle aree urbane all'intorno del fascio urbano dei binari.

Adesso con questo atto la giunta ha voluto porre le basi per mettere mani al territorio urbano e consegnare alla comunità gravinese una città nuova.
  • Ferrovie Appulo Lucane
  • Giunta Comunale
  • Linea ferroviaria
  • Ferrovie dello stato
  • Fedele Lagreca
Altri contenuti a tema
La situazione del cimitero accende gli animi La situazione del cimitero accende gli animi Attacco della Consigliera Conca al Sindaco, che replica
Fal,  navette speciali a Matera per la visita del Papa Fal, navette speciali a Matera per la visita del Papa 40 corse tra le stazioni Fal di Matera Serra Rifusa e Matera Sud
Venerdì 16 settembre sciopero nazionale dei trasporti Venerdì 16 settembre sciopero nazionale dei trasporti La Fal preannuncia possibili disagi per i viaggiatori
La Farmacia territoriale tornerà a Gravina La Farmacia territoriale tornerà a Gravina Dal 12 settembre all’ospedale della Murgia. Poi al vecchio nosocomio (lavori in corso)
Basket inclusivo, a Gravina si torna a giocare dopo tre anni Basket inclusivo, a Gravina si torna a giocare dopo tre anni Incontro a Palazzo di Città per affrontare la vicenda
Prove tecniche di cittadinanza attiva Prove tecniche di cittadinanza attiva La giunta Lagreca dà mandato agli uffici per il varo del “Patto per la Città”
Dehors, via libera agli ampliamenti Dehors, via libera agli ampliamenti Previsti spazi in più sino al 50% senza costi aggiuntivi
Nuovi investimenti per le Ferrovie Appulo Lucane Nuovi investimenti per le Ferrovie Appulo Lucane Al via secondo interramento a Modugno e raddoppio tra Grumo e Toritto
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.