lions novembre 2015
lions novembre 2015
Associazioni

Internet, una nuova forma di dipendenza

Convegno organizzato dal Lions Club Gravina su un tema attuale

Se Internet nei primi anni 2000 è stata una rivoluzione, oggi può sembrare un'arma a doppio taglio che riesce a condizionare la società e le generazioni. È attualità constatare che mai come ora siamo quasi diventati "schiavi" del web e di tutto il mondo che circonda il panorama virtuale, tanto da tralasciare momenti, situazioni e affetti da vivere nella vita reale.

Di una nuova forma di dipendenza da Internet, si è parlato durante un incontro organizzato dai Lions Club di Gravina nella sala convegni della Banca popolare di Puglia e Basilicata. Alla presenza di un pubblico rappresentato anche da molti giovani, hanno voluto salutare la platea: l'arcivescovo monsignor, Giovanni Ricchiuti, il consigliere comunale, Giovanni Carbone come delegato del sindaco e il presidente dei Lions Club Gravina, Francesco Zingariello. Tra i relatori presenti, esperti in materia di sociologia e di pedagogia.
Stare connessi è oramai parte di noi e della nostra vita, ma spesso non ci accorgiamo che questa continua connessione in realtà ci fa stare "disconnessi" tra di noi. Nello specifico, è sovente incrociare scene di ordinaria vita quotidiana tra persone che comunicano solamente con smartphone, tablet o pc. La società attuale vive di una comunicazione sempre meno fisica e diretta, ma non solo, spesso tra persone in gruppo non c'è più dialogo e ognuno si rinchiude nel suo mondo, davanti a un display.
Quella di oggi è una comunità che interagisce virtualmente e non vede solamente coinvolti i giovani ma anche e soprattutto gli adulti.
Il consigliere comunale, Giovanni Carbone, ha assicurato che l'amministrazione "cercherà di seguire la comunità attraverso uno sviluppo del minore e dell'adolescente al fine di evitarne l'isolamento dalla società"; mentre monsignor Ricchiuti ha confermato che presto sarà istituito un consultorio familiare dove ognuno potrà raccontare le esperienze e le problematiche.

Dal punto di vista sociologico, come ha spiegato la professoressa Anna Civita, qualcosa è nettamente cambiato con l'avvento del web e di tutto ciò che concerne la tecnologia smart. "Tuttavia non serve demonizzare Internet perché oramai è parte di noi, ma serve trovare un equilibrio e trarre solo i vantaggi che esso produce", spiega la docente di Sociologia Generale al dipartimento di Scienze della Formazione dell'università degli studi di Bari.
Internet, purtroppo, non è solo uno strumento da utilizzare per soddisfare le nostre esigenze ma può diventare una trappola che crea dipendenza come il gioco, i social network, lo shopping, l'erotismo ecc…

"Ora internet, oltre alla tv, accompagna lo sviluppo delle nuove generazioni che vivono una crescita virtuale con un contesto più vicino alla teoria del social network e degli sms, e riversano nella rete i loro problemi anziché parlarne con i propri cari", ha ammonito la docente.
Secondo il parere pedagogico, il docente di Pedagogia Sperimentale, Alberto Fornasari, ha invece insistito sul fatto che oramai la tecnologia e lo sviluppo fanno parte di noi, tuttavia si deve cercare di sfruttarli meglio e trarne i benefici. "Si devono avviare insegnamenti d'educazione al web, anche e soprattutto nelle scuole, perché solo così si riescono a captare meglio quelli che sono gli strumenti che Internet offre", ha concluso il professor Fornasari.
Pertanto l'invito dei relatori presenti è stato rivolto in primis ai giovani, ma anche agli adulti che sui social network hanno trovato una nuova identità, ad appropriarsi della propria vita e cercare di dedicare più tempo fisico e non virtuale ai propri amici.
  • Lions club
  • Internet
Altri contenuti a tema
Il prof. Schena a Gravina per una dieta del “chi mangia sano va lontano” Il prof. Schena a Gravina per una dieta del “chi mangia sano va lontano” Un incontro dei Lions per parlare salute, corretta alimentazione e stili di vita sani
4 I Lions a sostegno degli scambi giovanili I Lions a sostegno degli scambi giovanili Tra Gravina e Altamura nasce un nuovo Lions Club
2 Il gravinese Domingo Pace, neo Coordinatore nazionale degli Scambi Giovanili Lions Il gravinese Domingo Pace, neo Coordinatore nazionale degli Scambi Giovanili Lions Resterà in carica per l'Anno Sociale 2017/2018
I Clubs Lions del territorio, uniti per la solidarietà I Clubs Lions del territorio, uniti per la solidarietà Scelgono il teatro per agevolare le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma
Donne migranti invisibili agli occhi Donne migranti invisibili agli occhi Ecco i punti principali del convegno targato Lions Club
Incontro-dibattito "Donne migranti, nuova speranza" Incontro-dibattito "Donne migranti, nuova speranza" Un seminario di studio del Lions club Altamura Host
I Lions a colloquio con la città I Lions a colloquio con la città Apprezzamenti trasversali per la volontà di rendere il programma annuale partecipato
I Lions incontrano la città I Lions incontrano la città Presentazione del nuovo anno sociale
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.