incendio discarica la martella
incendio discarica la martella
Cronaca

Incendio alla discarica di La Martella, diossine inferiori a soglia di contaminazione

Resi noti i dati in una riunione al Comune di Matera

Dopo l'incendio del 4 agosto nella discarica 'La Martella' di Matera, sono stati elaborati i dati sull'impatto ambientale provocato dagli intensi fumi che i venti spostarono anche verso le città di Gravina e di Altamura.

Per quanto riguarda i parametri analizzati dall'Agenzia regionale per la protezione dell'Ambiente della Basilicata, in collaborazione con l'Arpa Puglia, è stato accertato che le concentrazioni di diossina, rilevate attraverso le diverse centraline presenti sul territorio, risultano inferiori alle Concentrazioni Soglia di Contaminazione (CSC) previste dalla Tabella 1, Colonna A (siti ad uso residenziale, verde pubblico), Allegato 5, D.lgs 152/06, Parte IV, e alle CSC per i suoli delle aree agricole previste dall'Allegato 2 art. 3 del DM 46/2019. Così come non è stato evidenziato alcun indizio di possibili contaminazioni del suolo da parte di radionuclidi artificiali o naturali di origine antropica.

È quanto si legge in una nota del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, a margine di una riunione convocata dal Comune di Matera, che si è tenuta oggi, per conoscere gli sviluppi legati all'incendio di agosto alla discarica 'La Martella'.

"I dati legati al monitoraggio ambientale a nostra disposizione sono tranquillizzanti, ma con gli altri soggetti istituzionali coinvolti intendiamo uscire da questa situazione il prima possibile e nel migliore dei modi" sottolinea l'assessore all'Ambiente ed energia della Regione Basilicata, Gianni Rosa. "Il nostro obiettivo primario – aggiunge – rimane quello di tutelare la salute dei cittadini e salvaguardare il territorio. Come Regione, inoltre, faremo quanto è in nostro potere per la ripresa dei lavori di chiusura del terzo e quarto settore della discarica, in modo da superare la procedura di infrazione dell'Unione europea".

"Abbiamo voluto sollecitare questo incontro – ha spiegato il sindaco di Matera Domenico Bennardi – perché sin dal 4 agosto scorso l'Amministrazione comunale aveva chiesto ad Asm (azienda sanitaria della provincia di Matera) di avere notizie sull'attuazione del Piano di monitoraggio delle matrici alimentari nelle aziende agricole e zootecniche ubicate in prossimità dell'area interessata dall'incendio, nonché valutazioni in merito alla esposizione cronica ai contaminanti monitorati da Arpab. Oggi finalmente abbiamo ottenuto riscontri importanti affinché anche la cittadinanza materana possa essere informata in relazione ad un evento che ha destato forte allarme sociale. Il Comune di Matera – ha concluso il sindaco - continuerà a vigilare e a seguire tutte le attività di monitoraggio e tutte le iniziative per il superamento dell'infrazione comunitaria presso la discarica di La Martella".
  • Incendio
Altri contenuti a tema
Auto in fiamme a Gravina Auto in fiamme a Gravina Sul luogo Vigili del Fuoco e Carabinieri
Incendi a Gravina, primo bilancio della stagione Incendi a Gravina, primo bilancio della stagione Finora nella provincia è il Comune con più roghi
19 Due pericolosi incendi a Gravina nel fine settimana Due pericolosi incendi a Gravina nel fine settimana Il comando di Polizia locale ricorda le regole da rispettare
Incendio, fiamme domate dopo 8 ore Incendio, fiamme domate dopo 8 ore Diversi ettari di sottobosco in fumo
Fiamme nel centro abitato Fiamme nel centro abitato Il fuoco sta minacciando la periferia nord nei pressi della pinetina di Grottasolagne
Prevenzione incendi, ordinanza del Comune Prevenzione incendi, ordinanza del Comune Regole da seguire per evitare il propagarsi delle fiamme
Incendio su un traghetto in navigazione verso Puglia Incendio su un traghetto in navigazione verso Puglia Per le operazioni di soccorso è intervenuta la Guardia di finanza
Fumo e paura, incendio in un deposito Fumo e paura, incendio in un deposito Si indaga sulle cause dell'accaduto
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.